Il primo presepe del bresciano è quello del CAI Borno

Sono già state installate nella grotta alle pendici del Monte Arano le statue di paglia realizzate dai bambini della scuola elementare del paese.

Presepe CAI Borno

Il primato non gli è stato strappato nemmeno stavolta: il presepe realizzato dal Cai di Borno in collaborazione con i bambini della scuola elementare posto in una grotta alle pendici del Monte Arano è già stato istallato. Nulla è cambiato rispetto al 2014, le statue tridimensionali di paglia e vestite con gli indumenti dei bambini sono ancora quelle, ma il fascino di questa rappresentazione d'alta quota è ogni anno sempre nuovo.

La grotta naturale che in dialetto è conosciuta come «Splügå di pastùr» è un luogo storico per Borno e un tempo fungeva da ricovero per i pastori colti da maltempo durante i lavori nei pascoli. È posta a 1.500 metri di quota, lungo la strada che da Lova sale verso i rifugi e le cime del paese ed il presepe al suo interno è ormai una tradizione cara a tutti.

L'inaugurazione ufficiale è fissata per il 20 dicembre 2015 quando alle 10.30 verrà celebrata la messa, poi la grotta rimarrà allestita fino alla primavera 2016, quando la neve lascerà posto al sole. L'invito della Sezione, oggi più che mai, è di coltivare la tradizione del presepe e a frequentare la montagna anche quando il clima è più ostile, «perchè è un vero luogo di pace».

Il presepe sarà visitabile fino al 21 marzo 2016.

Fonte: Brescia Oggi

Segnala questo articolo su:


Torna indietro