Il primo Corso del Comitato scientifico del Cai Reggio per conoscere la natura e la cultura del proprio Appennino

Una serie di uscite porteranno i partecipanti sul campo, precedute da una serata di presentazione, con una descrizione generale delle montagne a cui si rivolgono le lezioni. Direttore sarà Giuliano Cervi

31 gennaio 2020 - La montagna reggiana è sorprendentemente ricca di luoghi di grande interesse geologico, mineralogico, archeologico e naturalistico, molti dei quali ancora ignoti alla scienza, che da anni sono oggetto di ricerca da parte del Comitato Scientifico Sezionale del Cai Reggio Emilia. Nell’ambito di questa attività sono state effettuate  importanti  scoperte, come ad esempio quella del santuario preistorico del Monte Lulseto. Per rendere partecipi di questa appassionante attività tutti i soci interessati, il Comitato Scientifico della Sezione Cai di Reggio Emilia organizzato il primo Corso per approfondire la conoscenza degli aspetti naturalistici e culturali dell’Appennino reggiano.

Il Corso si basa su una serie di uscite che porteranno ad imparare sul campo. Le uscite saranno precedute da una serata di presentazione, con una descrizione generale dei diversi aspetti naturalistico e culturali della nostra montagna. La serata è in programma il 25 febbraio alle 21 nella sede del Cai, in via Caduti delle Reggiane 1 H a Reggio Emilia.

Seguiranno lezioni su specifici argomenti: geologia, mineralogia e paleontologia, fauna e vegetazione, archeologia, beni culturali ed insediamento storico, modalità di studio e raccolta dei reperti, nozioni di legislazione in tema di beni culturali, tecniche di geolocalizzazione mediante uso di GPS, il WEB GIS dei Beni Culturali ed Ambientali.
Le lezioni "a cielo aperto" si svolgeranno in diversi siti di particolare interesse dell'Appennino reggiano: i Colli di Quattro Castella e i calanchi di Borzano, la rupe di Canossa e la Riserva naturale di Campotrera, i Muri del Diavolo, la Pietra di Bismantova e i Gessi Triassici, la Valle del Tassaro con Crovara, il santuario preistorico del Lulseto e i borghi di Legoreccio, Pineto e Spigone.

Le iscrizioni sono aperte dal 5 al 27 febbraio 2020, fino ad un massimo di 30 iscritti. Le iscrizioni si ricevono presso la sede del CAI Reggio Emilia, in via Caduti delle Reggiane 1H, aperta il mercoledì dalle 19:00 alle 22:00, il giovedì e il venerdì dalle 20:30 alle 22:00, o tramite email a segreteria@caireggioemilia.it. E’ richiesta l’iscrizione al CAI.

Il Corso è organizzato dal Comitato Scientifico Sezionale, composto da esperti escursionisti, alcuni dei quali titolati come Operatori naturalistici e culturali e Accompagnatori di escursionismo. Il Corso sarà diretto da Giuliano Cervi, presidente del Comitato Scientifico Nazionale del CAI.

Per informazioni sul corso: Giancarlo Gamberini (Comitato Scientifico Sezionale), 348 6400780, giancarlo-gamberini@virgilio.it.

Fonte: Cai Reggio Emilia

Segnala questo articolo su:


Torna indietro