“Il giardino del cielo e del tempo”: nel Parco del Mont Avic per orientarsi e misurare il tempo con i movimenti del Sole e delle ombre

A Lac Muffé inaugurate dodici postazioni didattiche sulle meridiane (ma non solo) più un pannello introduttivo, ideate dal CAI Verrès.

Un momento dell'inaugurazione

23 luglio 2019 - Dodici postazioni didattiche sulle meridiane (ma non solo) più un pannello introduttivo, per orientarsi e misurare il tempo con i lenti movimenti del Sole e delle ombre. Queste le caratteristiche dell’installazione denominata “Il giardino del cielo e del tempo”, inaugurata lo scorso 12 luglio a Lac Muffé, nel Parco Naturale Mont Avic.

Ideata dalla Sezione CAI di Verrés (in particolare dai soci Paolo Chiaberto e Mario Peaquin), l’installazione è stata finanziata quasi interamente dal Parco Naturale Mont Avic e in piccola parte dalla sezione CAI di Verrès.

Sono proposti alcuni oggetti per l'orientamento, alcuni orologi solari ed un dispositivo per conoscere la posizione del Sole fra le stelle secondo la data. E' preferibile osservare gli oggetti seguendo la numerazione.

“Questa tipologia di installazione è unica in Valle d'Aosta”, affermano dalla Sezione. “In inverno i pannelli saranno messi a dimora presso il ristoro che si trova a pochi metri dal Giardino del cielo e del tempo. Per la posa delle dodici postazioni è stata fondamentale l'assistenza della signora Viviana Grivon, geometra del Parco”.

All'inaugurazione sono intervenuti: Davide Bolognini (Presidente del Parco Naturale Mont Avic), Albert Chatrian (Assessore all'Ambiente, Risorse Naturali e Corpo Forestale), Luigi Bertschy (Assessore agli Affari Europei, Politiche del Lavoro, inclusione sociale e Trasporto) e Alice Chanoux (Sindaco di Champorcher).

Sul sito del Parco è possibile scaricare una guida che spiega come utilizzare le 12 postazioni. Inoltre sono presenti ulteriori informazioni integrative per approfondire gli argomenti trattati.

Red

Segnala questo articolo su:


Torna indietro