Il free climbing protagonista nel numero di giugno di Montagne360

Arrampicata in alcune tra le falesie più belle del Paese, trekking, glaciospeleologia e molto altro nell'ultimo numero del mensile del CAI in edicola in questi giorni

La copertina del numero di giugno

Preparate le scarpette e l’attrezzatura per arrampicare: con l’arrivo della bella stagione è tempo di free climbing! Il numero di Montagne360 di giugno accompagna i lettori alla scoperta di alcune tra le falesie più belle d’Italia, da quella nella zona della Civetta, illustrate nell’articolo “Verticale Agordino” di Eugenio Pesci alla Rocca Sbarùa, un’imponente falesia di gneiss in Val Lémina, ben descritta nell’articolo “Arrampicare nella rocca che spaventa”.

Dopo la valanga del 18 aprile sull’Everest, che ha provocato 16 morti, la rivista propone “Sherpa, uno sciopero contro lo sfruttamento”, una riflessione di Roberto Mantovani sui portatori, che chiedono maggiore sicurezza, dignità e un nuovo ruolo.

Per gli amanti della speleologia, questo mese il focus è sulla “glaciospeleologia”, una disciplina affascinante, che permette di entrare nel cuore dei ghiacciai. Sul fronte del trekking le mete illustrate sono numerose: innanzitutto quelle dello splendido e selvaggio gruppo del Lagorai, fra panorami mozzafiato e testimonianze preziose della Grande Guerra. Sempre sulle Dolomiti, inoltre, le altre proposte riguardano le zone del Cadore e della Conca Ampezzana, dove a fine giugno sono in programma la 16^ Settimana nazionale dell’escursionismo del CAI, il settimo raduno Nazionale di Cicloescursionismo e il primo Raduno Nazionale dei camminatori della terza età (Seniores).

Il portfolio fotografico “Spartiti delle montagne - Copertine di musica”, a cura di Aldo Audisio, è dedicato a un tema poco esplorato, ma molto affascinante, quello degli spartiti musicali a soggetto montano, di cui il Museo Nazionale della Montagna di Torino cura e valorizza un’importante collezione.

In questo numero il CAI, nella sua logica di condivisione e trasparenza, pubblica la Relazione morale del Presidente generale Umberto Martini, che rende conto ai Soci e non Soci dell'attività dell'ultimo anno, e il Bilancio del CAI 2013, a cura di Andreina Maggiore, Direttore del Club alpino italiano.

Scienza, curiosità, news, cronache di nuove ascensioni e di spedizioni internazionali completano il numero di giugno, in tutte le edicole a 3,90 euro.

Segnala questo articolo su:


Torna indietro