Il CAI Venezia sul cammino di San Benedetto

Un cammino lungo i 320 chilometri che attraversano l’Umbria e arrivano nel sud del Lazio, al confine con la Campania. Da sabato 12 settembre a sabato 26 settembre, i partecipanti percorreranno le 15 tappe del sentiero

13 febbraio 2020 - Da Norcia a Montecassino, il cammino di San Benedetto ripercorre le tappe della vita del santo per un percorso di circa 300 chilometri. Il CAI Venezia organizza un cammino lungo i 320 chilometri che attraversano l’Umbria e arrivano nel sud del Lazio, al confine con la Campania. Da sabato 12 settembre a sabato 26 settembre, i partecipanti percorreranno le 15 tappe del sentiero. 

Si comincia ovviamente dalla città natale del santo della regola. Norcia è un borgo medievale ai piedi dei monti sibillini, ricco di specialità culturali e gastronomiche. Allo stesso tempo i camminatori passeranno per Cascia, dove visse Santa Rita, la “Santa degli impossibili”. Altra tappa è Monteleone di Spoleto: un affascinante borgo medievale che si erge al limitare della piana leonessana. Da Rieti rsi raggiungerà Subiaco, dove il santo visse almeno trent’anni. Nel Sacro Speco operarono alcuni tra i maggiori artisti del Trecento, e vi fu pellegrino San Francesco d’Assisi; mentre l’Abbazia di Santa Scolastica è la culla della stampa italiana. La zona fu importante per l’antica Roma, in quanto sua principale riserva idrica. Oltrepassata Trevi, i camminatori saranno accolti dagli splendidi boschi dei monti Ernici.

Poi si punterà verso la valle del Liri, non prima di aver visitato l’abbazia di Casamari, magnifico esempio di gotico cistercense; e Monte S.Giovanni Campano, uno dei borghi più belli d’Italia. Da Roccasecca patria di san Tommaso d’Aquino dottore della Chiesa, ripercorrendo i passi di monaci, pellegrini e soldati, si arriverà infine all’abbazia di Montecassino, casa madre di un ordine che si estendeva da un confine all’altro dell’Europa.

Per tutte le informazioni, contattare Fabrizio Franzoi al numero 3275677153

Mail: fabrizio.franzoi@gmail.com

Red

Segnala questo articolo su:


Torna indietro