Il CAI Palermo e il CAI Caccamo insieme per la Giornata internazionale della montagna

L'11 dicembre 2016 oltre 40 Soci hanno raggiunto la vetta di Pizzo dell’Inferno (1225 metri), terza cima dei Monti di Calamigna, percorrendo 13 km con suggestivi panorami sul golfo di Termini Imerese.

Un momento della giornata

13 novembre 2016 - Anche la Sezione del CAI di Palermo e la S/Sezione del CAI di Caccamo in attività congiunta hanno onorato l’11 dicembre scorso la ricorrenza della Giornata Internazionale della Montagna, sensibilizzando come i giganti della Terra (le montagne) rivestano grande importanza per la vita e la biodiversità del pianeta.

Oltre quaranta partecipanti guidati dagli Accompagnatori Sezionali del CAI Massimiliano Patricola e Giuseppe Geraci  con il ‘decano’ Toti Fresta, hanno camminato in uno scenario di multiforme bellezza all’interno della Riserva Naturale Orientata Pizzo Cane, Pizzo Trigna e Grotta Mazzamuto. Meta dell’escursione è stata la vetta di Pizzo dell’Inferno (1225 metri), terza cima dei Monti di Calamigna, raggiunta in un’atmosfera particolare per via della nebbia.

Il percorso lungo 13 km con suggestivi panorami sul golfo di Termini Imerese, il Lago Rosamarina, la valle del Fiume San Leonardo e sui comuni della valle dell’Eleuterio, si è sviluppato nei territori di Caccamo e Ventimiglia di Sicilia sui sentieri Gurgo e Crafocchi per giungere al bellissimo piccolo rifugio Batìa alle pendici di Pizzo Nudo.

Quindi, dopo avere raggiunto la torretta forestale sita sul Pizzo dell’Inferno, gli escursionisti hanno completato l’itinerario con la discesa verso Ventimiglia di Sicilia.

Giuseppe Geraci
Reggente S/Sezione CAI Caccamo

Segnala questo articolo su:


Torna indietro