Il CAI Orvieto si rimette in marcia con escursioni e arrampicate

Sabato 14 gennaio 2017 bambini e adulti arrampicheranno nella palestra indoor del Boulderhouse Bricas. Il giorno seguente escursione lungo l'Anello del Monte Peglia.

Scarpette di arrampicata per i bimbi CAI Orvieto

12 gennaio 2017 - Nuovo anno, stessa insostituibile passione. Scarpe da trekking ai piedi, la Sottosezione CAI di Orvieto, operativa ormai dal 2010, è pronta ad inaugurare il calendario 2017 di uscite ed escursioni guidate. Dei quattro appuntamenti previsti per il primo mese dell'anno, due arrivano già nel fine settimana.

Si inizia, infatti, sabato 14 gennaio alle 15.30 presso Boulderhouse Bricas – in località Pian del Vantaggio, 38 – con "Il Pomeriggio del Geko", arrampicata sportiva indoor a cura di Gao's - Commissioni CAI Orvieto Alpinismo Giovanile e Alpinismo per ragazzi da 6 a 90 anni, seguita da merenda. Per le iscrizioni c'è tempo fino a giovedì 12 gennaio presso la Sede CAI di Orvieto. Il costo è di 10 euro, 12 se adulti. Per i soci 5, 7 euro. Per ulteriori informazioni: 347.5065699 – 347.6372984.

La prima delle escursioni, in agenda temperature permettendo per domenica 15 gennaio, porta invece lungo l'Anello del Monte Peglia. Ritrovo alle 7.45 a Ciconia, in località Fanello, nel parcheggio antistante il supermercato Conad. Partenza, con auto proprie, un quarto d'ora dopo. L'escursione avrà inizio dal Parco Settefrati, in località Monte Peglia, lungo un percorso di 16 chilometri, coprendo un dislivello di circa 800 metri in un tempo di percorrenza stimato, senza soste, in 5 ore e 30 minuti. Difficoltà E, pranzo al sacco, necessario abbigliamento adeguato.

"L'obiettivo – spiegano gli organizzatori – era quello di dar vita, nel nostro comprensorio, ad un’escursione che avesse delle caratteristiche simili-montane, per quanto possibili. L'anello, partendo dall’ingresso del Parco dei Settefrati, conduce dapprima al casale omonimo, da cui si gode una gran vista sugli Amerini.
Poi, muovendosi in un ambiente naturalistico di notevole effetto costituito da boschi di latifoglie, si scende fino ad incrociare la strada provinciale 111 nei pressi del Podere Case Vecchie, altro bel panorama, con i ripetitori che si stagliano in alto, maestosi. Superato il fosso di Palazzo Bovarino si risale al Po Maggiore, per poi raggiungere il Podere Vecciano percorrendo una bella sterrata panoramica.
È da qui che l’individuazione di una via che conducesse fin sotto le antenne ha richiesto una buona forza di 'spirito pioneristico' degno di altri tempi. Si tratta, infatti, di una via dura, tanta salita nei boschi, ma ripagata nel tratto finale, quando si esce allo scoperto, dagli scenari che si aprono ai nostri occhi sulle vallate sottostanti. Raggiunto il punto più elevato del comprensorio, un tranquillo giro intorno ai ripetitori porta a vedere i resti della vecchia Colonia Elioterapica, dove si trova una piazzola panoramica con una notevole vista sulla catena appenninica".

I soci che intendono partecipare, entro giovedì 12 gennaio, devono prenotarsi in sede, dove i direttori d'escursione – Mario Monachini e Stefano  Baccherini – illustreranno il percorso e tutto ciò che sarà ritenuto utile per la buona riuscita. Al momento della partenza il socio dovrà presentare la tessera CAI, pena l’esclusione. I non soci, invece, entro la stessa data dovranno versare la quota di una giornata di assicurazione di 7,81 euro, firmando il modulo con i dati anagrafici richiesti.

Per ulteriori informazioni:
Club Alpino Italiano – Sottosezione di Orvieto
Piazza Cahen – Interno dei Giardini Comunali – Fortezza Albornoz
342.0037898 – http://sottosezionecaiorvieto.blogspot.it

CAI Orvieto

Segnala questo articolo su:


Torna indietro