Il Cai Fermo pronto a dare il via al censimento delle grotte

Gli speleologi della Sezione esplorano le grotte sotto il centro abitato di Montegranaro

Una cavità a Montegranaro

Da sabato 23 marzo partirà il censimento delle grotte montegranaresi da parte del gruppo Speleo del Cai di Fermo. L'iniziativa è promossa dall'Archeoclub di Montegranaro e vedrà gli esperti esaminare in maniera scientifica il sottosuolo veregrense.

«Il progetto prevede l'esplorazione, la mappatura con rilievi tecnico scientifici, l'identificazione storica e una fase di resocontazione - spiega Luca Craia, presidente dell'Archeoclub cittadino - Lo studio toccherà quindi sia l'aspetto tecnico e sia quello storico delle numerose cavità ipogee e artificiali presenti a Montegranaro».

A scendere sottoterra saranno esclusivamente speleologi esperti e iscritti al Cai. Saranno analizzate anche le grotte più piccole che si trovano nelle abitazioni private con l'autorizzazione dei residenti. Ad aiutare il gruppo Speleo del Cai di Fermo ci sarà anche Simone Perticarini, presidente della Libera comunità Il Labirinto, che conosce bene il sottosuolo cittadino e che potrà quindi fornire informazioni utili e preziose.

«A giorni ci riuniremo e decideremo in quale zona del paese cominciare - continua Craia - Sicuramente partiremo dalle cavità ipogee più grandi per arrivare poi a quelle più piccole. Siamo consapevoli che questo è solo l'inizio e che la strada è molto lunga e faticosa. I risultati non arriveranno a breve, perché vogliamo agire con il massimo rigore e lavorare scientificamente. Per questo motivo abbiamo chiamato degli esperti in materia che sicuramente svolgeranno un ottimo lavoro».

L'Archeoclub nei mesi scorsi aveva invitato tutti i cittadini montegranaresi a segnalare le cavità, per avere un elenco completo dei siti e agevolare il lavoro degli esperti.

Fonte: Il Resto del Carlino (Fermo)

Segnala questo articolo su:


Torna indietro