Il CAI Conegliano propone un corso per imparare a riconoscere le piante spontanee alimentari

Il corso organizzato in collaborazione con il Comitato Scientifico veneto friulano e giuliano del CAI si terrà nei mesi di aprile e maggio a conegliano nella sede di via Rossini

Piante spontanee, perenni e non, conosciute fin dall’antichità, da raccogliere autonomamente e da utilizzare in cucina per riscoprire sapori di un tempo o per uso medicale. Su questi temi verterà il corso che si terrà nei mesi di aprile e maggio 2015, presso la Sede Sociale del CAI di Conegliano.
La relatrice Chiara Siffi, laureata in Scienze Naturali, con successivo Dottorato di Ricerca in Ecologia Vegetale, terrà i primi incontri sulla storia dell’erboristeria e dei medicamenti, sulle piante alimurgiche del bosco, dei prati, dei pascoli, dei coltivi (proprietà, periodo di raccolta, parti utilizzate, curiosità, credenze popolari) e sulle specie velenose.

Seguiranno gli incontri con Fabio Ambrosi, diplomato Erborista, Naturopata e Alimentarista, che tratterà il riconoscimento, la raccolta, la preparazione e la conservazione delle piante ad uso erboristico, nonché ai preparati (tisane, decotti, …).
Cliccando qui è possibile scaricare il volantino del corso con tutti i dettagli del corso ed il modulo di iscrizione.

Si segnala inoltre che mercoledì 4 febbraio, alle ore 21, in Sede Sociale, si terrà un nuovo appuntamento del ciclo di incontri “La montagna da vicino”. Questa volta Gloria Zambon e Valerio Tardivel presenteranno le immagini del loro viaggio nella Lapponia finlandese. 

I prossimi appuntamenti in montagna sono per:

- domenica 8 febbraio, con la gita di Sci Escursionismo sul Col Duro, nelle Dolomiti di Zoldo,
- domenica 15 febbraio, con l’escursione di Alpinismo Giovanile a Forcella Sief, intorno al Col di Lana, e con la gita escursionistica sul Sentiero dei Castellieri, sulle alture che sovrastano Monfalcone.

CAI Conegliano

 

Segnala questo articolo su:


Torna indietro