7 mila miglia sulla Via della Seta con Gnaro

Raid benefico da Alagna Valsesia al Nepal

Silvio "Gnaro" Mondinelli

Un’impresa originale, estranea ai suoi schemi abituali, aspetta Silvio Mondinelli: settemila miglia al volante di un fuoristrada lungo la Via della Seta. “L'idea è bellissima”, si entusiasma il popolare Gnaro, 17 volte sul tetto del mondo senza l’uso di ossigeno, “siamo partiti da Alagna dritti per il Nepal, tutto via terra, per portare in regalo un fuori strada da attrezzare ad ambulanza all'ospedale di Malekhu e fondi alla scuola di Namche Bazar. Gente povera che da dieci ani cerchiamo di aiutare con l’associazione Amici del Monterosa (http://www.amicidelmonterosa.org/). E' un po' strana per me un'impresa in cui non ci si arrampica e si va in macchina, ma l'obiettivo è una ‘vetta’ che vale la pena di raggiungere: oltre alla macchina vorremmo donare almeno 30.000 euro. Per riuscirci però abbiamo bisogno anche dell’aiuto di chi ci legge”. Gli Amici del Monte Rosa – ONLUS si sono costituiti in associazione nel dicembre del 2000, col preciso scopo di aiutare il Nepal. Lavorano, per statuto, senza fini di guadagno. Sono nati spontaneamente grazie all'intuizione di Silvio “Gnaro” Mondinelli e di Renato Andorno, fotoreporter, purtroppo scomparso, e di altri amici di buona volontà. L’arrivo a Kathmandu è previsto per il 26-27 agosto. Mondinelli si fermerà nella capitale nepalese per alcuni giorni aspettando l’arrivo dei compagni con cui salirà il Manaslu: Christian Gobbi, Alberto Magliano e Enrico Dalla Rosa. L’idea è quella di scendere dalla vetta, 8.143 metri, col parapendio.

Link

WWW.7MILAMIGLIALONTANO.COM

WWW.GNAROMONDINELLI.IT

Segnala questo articolo su:


Torna indietro