30 anni per il CAI Rovato

Il 30 settembre 2017 è stato celebrato l'anniversario da Sottosezione del CAI Brescia a Sezione autonoma.

Un momento della cena

3 ottobre 2017 - Il 30 settembre scorso presso la Casa degli Alpini di Rovato (BS), in compagnia di una settantina di soci, si è voluto ricordare con una cena a base di paella di pesce, cucinata dai consiglieri della sezione, il passaggio da Sottosezione di Brescia a sezione autonoma.

Presenti il sindaco della città di Rovato Tiziano Belotti, il vice presidente del CAI Brescia Franco Veronesi, i presidenti delle sezioni di Chiari, Coccaglio e Palazzolo, il cpo gruppo degli Alpini di Rovato, gli ex presidenti della sezione di Rovato.

L'attuale presidente Ezio Maifredi ha voluto cosi ricordare in poche righe questo evento.
Buonasera, saluto le autorità, i gentili ospiti e tutti gli amici del Club Alpino Italiano, vi ringrazio di essere intervenuti oggi per condividere la celebrazione del "Trentesimo anniversario di autonomia"del passaggio da sotto sezione di Brescia nel 1974 a sezione autonoma nel 1987 che ho l'onore e l'onere di guidare da quest'anno,e sempre nel 1987 grazie alla dottoressa Carla Boroni viene pubblicato il primo numero del nostro giornalino con cadenza trimestrale "Il Montorfano" (mentre prima veniva pubblicato un annuario).
Siamo qui riuniti in questa serata per un motivo ben preciso, nel corso del tempo sono stati scritti e approvati i documenti costitutivi della sezione.
Trentanni sotto la guida di Baroni, Libretti Lucio, Pedrali Carletto, Manenti Mino, Caceffo Luca, Franzelli Domenico, Brescianini Fabrizio, Peli Mario, Facchetti Tullio, durante i quali sono emerse tutte le potenzialitilà della nostra sezione con grande concretezza e per noi che crediamo profondamente nella nostra associazione che ne condividiamo le linee programmatiche, oggi per noi è un momento importante. Da parte nostra c'è un impegno costante per far fermentare una coltura alpina anche ai non soci,con le finalita di insegnare sopratutto ai giovani il senso del patrimonio ambientale che deve essere salvaguardato.
Nel corso degli anni, meritevole è stata la collaborazione con l'amministrazione comunale, che ringraziamo per la concessione della sede attuale, e numerose sono state le iniziative sul territorio, come la realizzazione dei sentieri sul Montorfano e il percorso vita.
Desidero concludere questo mio breve intervento con un sensibile ricordo a chi ci a lasciato nel corso degli anni, Bracchi Mario, Zubani Roberto, Paderni Dario, Milini Emanuele e alla più recente Marcello Rosa.

CAI Rovato

Segnala questo articolo su:


Torna indietro