3° Corso di Formazione e Verifica per Accompagnatori Nazionali di Escursionismo, 34 aspiranti del Nord Italia alla prima sessione

Il 30 settembre e il primo ottobre scorsi lezioni teoriche al Palamonti di Bergamo ed escursione a Clanezzo di Almenno San Salvatore (BG per verificare le competenze nella conduzione dei gruppi, ma anche nell'organizzazione corsi e nella formazione.

L'escursione pratica

4 ottobre 2017 - Sabato 30 settembre presso la sede CAI Bergamo (Palamonti) si è dato inizio alla prima sessione del 3° corso di Formazione e Verifica per l’acquisizione del Titolo di secondo livello in ambito escursionistico (ANE  - Accompagnatore Nazionale di Escursionismo) dedicata agli AE provenienti dalle regioni del Nord Italia.
Per gli AE provenienti dalle regioni del Centro e Sud Italia l’inizio del corso è previsto invece per sabato 18 novembre in Umbria presso l’Abbazia di San Felice da Narco in Valnerina nell’area terremotata.

Alle 8.00 del mattino con la massima puntualità i 34 corsisti AE aspiranti al titolo e provenienti da tutte le regioni del Nord Italia e dalla regione Sardegna si sono ritrovati in località Clanezzo di Almenno San Salvatore (BG) per l’esecuzione della verifica pratica in ambiente per l’accertamento dei requisiti richiesti per l’ammissione al corso.  Durante la breve ma irta salita verso il Monte Ubione, gli AE si sono impegnati a comprovare le loro competenze culturali e tecniche fondamentali per la conduzione di un gruppo in una escursione sezionale. La verifica iniziale ha avuto termine al Palamonti con un breve test scritto e il colloquio motivazionale.

Gli AE che hanno superato la selezione iniziale si sono ritrovati il giorno successivo al Palamonti per seguire le lezioni del corso di formazione. L’incontro è iniziato con il saluto e gli auguri per un proficuo corso da parte del Presidente del CAI Bergamo Paolo Valoti, del Presidente del GR Lombardia Renato Aggio, del Presidente OTTO Lombardia Paolo Zambon e da Francesco Battisti delegato dal Presidente CCE impossibilitato ad intervenire.

Nella sessione formativa si è iniziato con l’esame dei vari aspetti dell’escursionismo “moderno” per poi passare all’approfondimento del significato che il CAI da all’escursionismo prendendo come base quanto ben riportato in “Montagna da Vivere, Montagna da Conoscere” nel capitolo ad esso dedicato. Si è ricordato che il celeberrimo slogan “Conoscere per apprezzare, apprezzare per tutelare” coniato tempi addietro da Teresio Valsesia e oggi più che mai attuale.

A seguire l’analisi delle competenze richieste alla figura dell’ANE e sul suo ruolo all’interno del escursionismo puntando e confidando sulla figura quale attore principale nella direzione e nello sviluppo di nuove Scuole, oltre all’organizzazione dei corsi di escursionismo nei quali dovrà svolgere anche la figura di formatore. Da ultimo, ma non per importanza, essere educatore e divulgatore dei valori dell’escursionismo del CAI.

Le successive lezioni hanno avuto come argomento: lo studio dei regolamenti che disciplinano l’iter formativo dei qualificati e dei titolati di escursionismo, l’ordinamento e la costituzione di Scuole di Escursionismo, gli adempimenti da seguire e le attività da farsi per la programmazione e gestione di un qualsiasi progetto escursionistico a partire da quello attinente alla conduzione di un corso di qualifica regionale o di un aggiornamento per titolati.

I partecipanti al corso hanno proficuamente e dinamicamente interagito con i relatori e al termine hanno confermato la loro soddisfazione sui contenuti e sull’impostazione, siamo sicuri che la sessione finale che si terrà a Milano in sede CAI Centrale il 2 e 3 dicembre confermerà questo gradimento. Confido nella presenza del Presidente generale Vicenzo Torti per dare valore aggiunto ad corso di tale importanza.
Un ringraziamento personale va alla Scuola Centrale di Escursionismo presente al completo, ai relatori per la disponibilità e professionalità mostrata e all’ispettore del corso per la fattiva collaborazione.

Il Direttore del Corso
ANE Gianluigi Sironi

Segnala questo articolo su:


Torna indietro