20° Premio Pelmo d'Oro: l'assegnazione a Mel (BL) sotto il segno dell'UNESCO

Saranno Ferruccio Svaluto Moreolo (alpinismo in attività), Bruno e Giorgio De Donà (carriera) e Daniela Perco (cultura) a rivecere il premio il 29 luglio 2017. Novità di quest'anno il Premio Speciale Dolomiti UNESCO.

La locandina del premio

17 luglio 2017 -  Anniversario importante quello del Pelmo d'Oro giunto alla XX edizione. Sarà Mel, Bandiera Arancione del Touring Club Italiano, ad ospitare il conferimento del Premio sabato 29 luglio 2017.
Il comune posto sul colle dominante la Val Belluna da cui si gode un magnifico panorama sulla catena delle Dolomiti e delle Prealpi con il caratteristico castello di Zumelle, si prepara ad accogliere gli ospiti alle ore 10,30 nello splendido giardino di Palazzo Guarnieri (piazza Papa Luciani) nel centro storico di Mel, inserito nella rete dei Borghi Viaggio Italiano e a breve dei Borghi più belli d'Italia.

I premiati Pelmo d’Oro 2017, il cadorino Ferruccio Svaluto Moreolo per l'alpinismo in attività, i fratelli agordini Bruno e Giorgio De Donà per la carriera alpinistica e la feltrina Daniela Perco per la cultura alpina, rappresentano quest'anno l'unione di una provincia che ricorda la figura di Sergio Reolon, con il Premio Speciale Dolomiti UNESCO, la solidarietà con il premio Giuliano De Marchi a Franco Perlotto di Recoaro Terme e una menzione speciale, alla memoria, ad un altro alpinista veneto, il padovano Lorenzo Massarotto.

Novità di quest'anno il Premio Speciale Dolomiti UNESCO, istituito dalla Fondazione Dolomiti UNESCO, un veicolo di divulgazione del riconoscimento UNESCO per la promozione culturale, turistica e dell'importanza geologica, paesaggistica, naturalistica e di qualità ambientale del territorio dolomitico.
Anche quest'anno i premiati saranno introdotti da brevi filmati curati da Italo Zandonella Callegher, direttore artistico del ventennale. Piero Bassanello condurrà la cerimonia di assegnazione.

Non mancherà l'angolo dedicato agli appassionati di filatelia per il consueto speciale annullo dedicato al premio che consiste in una artistica riproduzione del monte Pelmo opera dello scultore agordino Gianni Pezzei, mentre il Premio speciale Giuliano De Marchi sarà un'opera dello scultore e guida alpina bellunese Ettore Bona.

La manifestazione, in collaborazione con la Fondazione Dolomiti UNESCO, gode del patrocinio della Regione Veneto.
Fondamentale l'organizzazione e il sostegno economico della casa comune di CAI-CNSAS-GUIDE, di Grafiche Antiga di Crocetta del Montello.

Collaborano alla giornata del Pelmo numerose associazioni e volontari: CAI Sezione Feltre, Museo Civico Archeologico, Pro Loco Zumellese, Associazione Nazionale Alpini Sezione Belluno Gruppo Mel, Squadre Antincendio Protezione Civile ANA Mel, Gruppo Stelle Alpine, Corale Zumellese di Mel, Circolo Auser "Il Sole" Mel, Mele a Mel, Cooperativa Agricola La Fiorita.

Un nutrito e variegato programma culturale farà da contorno alla manifestazione. Si parte con un'anteprima nella serata di venerdì 28: “A filò con Manrico Dell'Agnola” a cura di Edoardo Comiotto; sabato 29 pomeriggio, dopo la consegna del Premio, si andrà alla scoperta del Centro Storico di Mel, del Museo Civico Archeologico e della mostra fotografica “Dentro l'esodo, migranti sulla via Europea” di Emanuele Confortin, mentre alle ore 21 nella Chiesa Arcipretale è previsto un concerto del Gruppo Corale Novecento con la presenza del Maestro Bepi De Marzi.
Domenica 30 visita guidata al Castello di Zumelle e nel pomeriggio visita alle chiesette con Frammenti d'Arte; alle ore 18 Frammenti musicali al Roccolo di Zelant.

Comunicato Provinica di Belluno

Segnala questo articolo su:


Torna indietro