I soci del CAI Sora Danilo Ferri e Marco D'Amico sul Cervino

Ancora grande alpinismo per la Sezione i giorni scorsi. La salita è stata preceduta da una salita sul gruppo del Monte Bianco sull’Aiguille Marbrèes cresta Nord-est (3.535 mt), tra il Colle del Gigante ed il Col de Rochefort.

I due protagonisti in vetta

13 agosto 2019 -  I nostri alpinisti Danilo Ferri e Marco D’Amico sventolano la bandiera del Cai Sora sulla cima del Monte Cervino (4.478 mt.). Siamo particolarmente riconoscenti a questi nostri giovani soci che a ventitrè anni di distanza dall’ultima ascensione riportano la nostra Sezione sul monte che John Ruskin ha definito "il più nobile scoglio d’Europa", un vero capolavoro della natura, la più bella e austera vetta alpina da sempre sogno di ogni alpinista.

La scalata è stata effettuata in totale autonomia, superando notevoli difficoltà sia tecniche che fisiche. Questa la breve descrizione: “partenza alle 5 e subito incontro con le famose corde della sveglia che con molta fatica ti permettono di raggiungere  la parte sommitale della cresta du Coq. Da qui traversiamo tutto a dx per cenge oblique denominate "Mauvais Pas”, discesa per un breve tratto per poi risalire su ripide roccette e tratti esposti fino alla Grand Corde che permette di salire sopra il Pic tindall. Da qui inizia la cresta aerea verso la testa del leone prima di affrontare il noto tratto enjambèe che conduce al Col felicitè dove parte il canapone che con brevi tratti attrezzati porta alla “scala Jordan”. Dopo questo tratto, tramite la “corda Piovano”, si sale la fessura "Gite Wentworth", con arrivo sulla vetta del Cervino”

Sulla Croce è stato lasciato un rinvio di Alfredo Villa che resterà per sempre in vetta attaccato alla croce italiana e che sicuramente ha seguito dall’alto dei cieli la scalata dei suoi amici. Danilo e Marco ringraziano tutti gli amici del QDA per l’incoraggiamento e il sostegno.

Il Cervino è stato preceduto da una salita sul gruppo del Monte Bianco sull’Aiguille Marbrèes cresta Nord-est (3.535 mt.) tra il Colle del Gigante ed il Col de Rochefort.

Complimenti ragazzi da oggi siete ufficialmente iscritti nell’albo storico dei soci del Cai Sora che nel corso del tempo hanno compiuto questa spettacolare ascensione (Giuseppe Marsella 1962 – Ciro Tomassi e Renato Ferri 1981 – Domenico Castellucci e Fabio Lattavo 1994 – Ciro Tomassi e Osvaldo Tatangelo 1996).
Siamo sicuri che grazie alle vostre attività praticate con fantasia, idealità e bisogno di conoscenza, l’alpinismo sezionale del Cai Sora, finalmente rinato dopo anni di stallo, continuerà a rimanere vivo e fecondo.

CAI Sora

Segnala questo articolo su:


Torna indietro