Hermann Buhl, una vita per l’alpinismo

“È buio sul ghiacciaio”, sesto titolo della collana Biblioteca della Montagna, racconta le imprese del primo grande alpinista ad aver scalato due ottomila. Nelle edicole da sabato 1 febbraio con CAI e Corriere della Sera

La copertina della sesta uscita

Le grandi avventure dell’alpinismo pubblicate da CAI e Corriere della Sera continuano, con la sesta uscita di Biblioteca della Montagna.

Hermann Buhl (1924-1957) – l’autore protagonista di questa settimana - è considerato uno dei più grandi alpinisti di tutti i tempi. Compie la sua prima scalata a soli dieci anni, ma è negli anni Cinquanta che si cimenta in imprese straordinarie che lo consegneranno alla storia dell’alpinismo.

Nel 1953 affronta, con una spedizione tedesca, la vetta del Nanga Parbat, ancora inviolata e considerata una delle più difficili. Dopo una serie di tentativi falliti, Buhl riesce finalmente a raggiungere da solo la cima.

Nel 1957 è la volta del Broad Peak, che lo consacra l’unico uomo al mondo ad aver compiuto, per la prima volta, l’ascensione di due ottomila. Solo qualche giorno più tardi Buhl, durante la discesa dal Chogolisa insieme con Kurt Diemberger, incontra la morte.

“È buio sul ghiacciaio” è la sua autobiografia. Hermann Buhl racconta tutte le sue imprese, dagli inizi della sua attività di scalatore ai primi successi, fino alla trionfale conquista del Nanga Parbat. Il racconto si interrompe con la scalata del Broad Peak, il grande successo alpinistico che precede la tragica morte. Le ultime pagine della sua vita sono perciò raccontate dall’amico Kurt Diemberger, compagno di cordata e impotente testimone dell’improvviso cedimento di una cornice di neve sul Chogolisa, che fece precipitare Buhl nel vuoto.

Attraverso le annotazioni e i diari scritti durante le ascese al Nanga Parbat e al Broad Peak, prende forma l’immagine di un grande uomo che, con tenacia e determinazione, è riuscito a compiere imprese apparentemente impossibili, affidandosi unicamente alle proprie forze e abilità.

 

Il volume sarà disponibile in edicola da sabato 1 febbraio, a €8,90 più il prezzo del quotidiano, oppure, in seguito, online sullo store del Corriere della Sera, dove potrete trovare anche gli altri volumi arretrati della collana “Biblioteca della Montagna”.

Segnala questo articolo su:


Torna indietro