Gli 80 anni della salita di Cassin e la traversata delle Grandes Jorasses, una festa ben riuscita

In ricordo dell'impresa delle Grandes Jorasses e la scomparsa di Gabriele Boccalatte

Il rifugio Boccalatte Piolti alle Grandes Jorasses

5 agosto 2018 - Sabato 28 luglio 2018 al Rifugio Monte Bianco in Val Veny, CAI Torino e CAI Uget si è tenuta la rievocazione della prima salita della Nord delle Grandes Jorasses (parete Walker) da parte della cordata italiana Cassin, Esposito, Tizzoni. Nella stessa giornata è stata ricordata la tragica scomparsa dell'alpinista piemontese Gabriele Boccalatte: entrambe le vicende, infatti, sono avvenute esattamente 80 anni fa.

Oltre al Presidente Generale del CAI Vincenzo Torti, il Presidente del Cai Torino Gianluigi Montresor ed il Presidente CAI Uget Torino Roberto Gagna con i rispettivi vice presidenti, al Rifugio Monte Bianco era presente una nutrita rappresentanza delle Autorità locali, tra cui il Vicesindaco di Courmayeur, il Soccorso Alpino della Finanza, la Fondazione Courmayeur, la Società Guide di Courmayeur, il Presidente del GR Piemonte, il Presidente del CAI di Aosta, ed altri illustri ospiti. Tra i soci del CAI e CAI Uget Torino anche Corradino Rabbi e il gestore del Rifugio Boccalatte Franco Perlotto, che si sono rincontrati dopo alcuni anni.

Nel corso della giornata il giornalista de La Stampa Enrico Martinet ha ripercorso magistralmente i momenti più interessanti ed anche meno noti della vita di Cassin, con l'aggiunta di episodi esilaranti e ironici che hanno reso il suo racconto piacevolissimo per il folto pubblico di uditori. In seguito il Presidente del CAI Torino Gianluigi Montresor ha ricordato la figura di Gabriele Boccalatte attraverso la lettura di alcuni testi dello scrittore Massimo Mila. Nel pomeriggio sono state consegnate a Franco Perlotto la fotografia delle cordata Cassin al ritorno dalle Jorasses (realizzata a pochi metri dal vecchio Rifugio Boccalatte Piolti) e la foto commemorativa di Gabriele Boccalatte: entrambi gli scatti saranno installati sulle pareti del Rifugio Boccalatte per ricordare le gesta di questi alpinisti straordinari. All'incontro era presente una nutrita rappresentanza del Lyons Club provenienti da Italia, Francia e Svizzera. Anche loro hanno consegnato una targa al CAI Torino per ricordare l'evento del 2016 durante il quale gli alpinisti delle rispettive sezioni si sono incontrati sulla vetta del Monte Bianco. La targa verrà installata al Rifugio Gonella del CAI Torino.

LA TRAVERSATA DELLE GRANDES JORASSES

Nelle giornate di venerdi 27, sabato 28 e domenica 29 luglio gli Istruttori della Scuola Nazionale di Alpinismo G. Gervasutti Claudio Casalegno ed Enrico Pessiva, hanno tentato la traversata alpinistica delle Grandes Jorasses per la Cresta di Rochefort.

La cordata, partita dal Colle del Gigante venerdì, ha percorso l'aerea cresta di Rochefort, fino alla Aiguille omonima. Da lì proseguendo lungo la cresta di confine, su terreno più impegnativo e molto meno frequentato, ha superato il Dome e la Calotte di Rochefort, raggiungendo poi con alcune calate in corda doppia il colle delle Grandes Jorasses e il bivacco Canzio del Club Alpino Accademico Italiano. Il giorno seguente Casalegno e Pessiva avrebbero dovuto percorrere la cresta sommitale delle Grandes Jorasses con le sue 6 cime (di cui 5 superiori a 4000 metri), ma a causa di una nevicata intensa accompagnata da vento forte, i due sono stati "costretti al riposo" al Bivacco Canzio a 3810 m. La domenica, provati dal freddo pungente, gli istruttori hanno saggiamente preferito raggiungere direttamente il Rifugio Boccalatte Piolti, con ben 17 discese in corda doppia (di cui 8 attrezzate sul posto). L'evento, voluto da entrambe le Sezioni del Cai Torino e CAI Uget, sancisce ulteriormente la volontà di lavorare insieme per realizzare attività sportive e culturali sul territorio, "con un piede nel passato e lo sguardo dritto e aperto nel futuro" (cit. PB) del nostro sodalizio.

Segnala questo articolo su:


Torna indietro