Giorgio Daidola e lo Ski spirit dei grandi sciatori di montagna con Biblioteca Nazionale CAI e Museo della Montagna

Sabato 16 marzo 2019, nella Sala degli Stemmi del museo, Giorgio Daidola con Roberto Mantovani presenterà "Un affascinante viaggio con gli sci oltre le piste di ieri, oggi e domani".

La locandina dell'appuntamento

8 marzo 2019 - Giorgio Daidola e lo Ski spirit dei grandi sciatori di montagna. Un affascinante viaggio con gli sci oltre le piste di ieri, oggi e domani. Si intitola così il prossimo appuntamento della rassegna "Leggere le montagne", a cura della Biblioteca Nazionale del Club Alpino Italiano con il Museo Nazionale della Montagna, in programma sabato 16 marzo alle 17.30 nella Sala degli Stemmi del museo.

Roberto Mantovani presenterà dunque Giorgio Daidola, esploratore, sciatore, velista, scrittore e sognatore che, in un racconto attraverso immagini e video, collega lo spirito che ha animato i personaggi ritratti nella sua ultima pubblicazione Sciatori di montagna (Mulatero, 2017) e nel precedente libro Ski spirit (Alpine studio, 2016).

Giorgio Daidola, torinese classe 1943, docente di economia aziendale e di gestione delle imprese turistiche presso l’Università di Trento, maestro di sci emerito, direttore della “Rivista della Montagna”. Nel 1982 ha reintrodotto in Italia il Telemark, lo sci a talloni liberi, compiendo con questa tecnica spedizioni scialpinistiche nei sette continenti, con il tetto massimo dello Shisha Pagma, prima discesa di un ottomila con l’antico stile norvegese. Ha effettuato grandi raid nel Karakorum, nello Hielo Continental, nelle Rocky Mountains e su molte altre catene montuose.

Presenta, come accennato sopra, Roberto Mantovani, scrittore, storico, giornalista, alpinista e scialpinista, tra i massimi conoscitori a livello internazionale del mondo dell’alpinismo e delle terre alte. Nato nel 1954 a Torre Pellice, dove risiede, ha diretto la “Rivista della Montagna”, dopo Giorgio Daidola, e alcuni numeri speciali di “Alp”. Ha lavorato al Museo Nazionale della Montagna; ha pubblicato 25 libri con vari editori. Si è occupato inoltre di cinema, mostre, spettacoli e festival legati alla montagna. Per sei anni è stato collaboratore fisso della trasmissione “TGR Montagne” della Rai. È vicepresidente della Biblioteca Nazionale del Club Alpino Italiano.

Biblioteca Nazionale CAI

Segnala questo articolo su:


Torna indietro