“Futura”: il nuovo aquilotto reale dei Sibillini

Tre fotografi del team “Occhio nascosto dei Sibillini” hanno realizzato un video di poco più di un minuto che racconta la nascita del piccolo, fino al momento in cui impara a volare

L'aquilotto Futura in volo

18 novembre 2020 - Una nuova coppia di aquile reali nel cuore dei leopardiani Monti Azzurri, un nuovo sito di nidificazione e una nascita. Sono questi i protagonisti del video realizzato da tre fotografi naturalisti del team “Occhio nascosto dei Sibillini” (Giuseppe Del Balzo Ruiti, Lorenzo Lambertucci e Stefano Ciocchetti) con il supporto del Parco nazionale dei Monti Sibillini e la collaborazione dei Carabinieri forestali di Fiastra.

Tutto ha inizio a inizio marzo (prima del lockdown) durante un'escursione dei tre protagonisti, la cui attenzione venne catturata da due aquile in pieno rituale di corteggiamento, il cosiddetto “volo a festoni”. Un fatto, dunque, che faceva presagire qualcosa di bello: una nuova famiglia di aquile nel Parco nazionale.

Con la riapertura i fotografi sono tornati più volte sul posto, effettuando appostamenti e trascorrendo albe in montagna da fine maggio a fine agosto, con costante rispetto del sito nidificato (individuato dai Carabinieri forestali) e degli animali, per riprendere la più bella delle sorprese. Su una parete rocciosa inaccessibile c’era infatti l’aquilotto, accudito dai genitori.

Il video, della durata di un minuto e dieci secondi, riassume quindi una storia durata giorni, che termina quando il piccolo aquilotto impara a volare. In accordo con il Parco, l'aquilotto è stato battezzato “Futura”, un nome che intende mandare un messaggio di speranza per la rinascita dei luoghi del sisma e delle aree interne, affinché possano tornare a volare alto.
Un video, dunque, che vuole parlare di nascita e rinascita, un vero inno alla vita. D’altronde l’aquila, specie protetta a livello europeo, indica la buona qualità dell’ecosistema e del territorio.

Il team dell’Occhio nascosto dei Sibillini intende raccontare la vita degli abitanti del bosco in silenzio, lasciando che a parlare siano le immagini. Questa volta hanno raccontato la presenza di un nuovo nucleo di aquile, che si aggiunge alle cinque coppie di aquile reali già esistenti.

Per vedere il video clicca qui.

Red

Segnala questo articolo su:


Torna indietro