Family CAI Parma, l’esperienza della montagna per i più piccoli anche nel 2018

Tra le novità eventi al Parco del Taro di educazione ambientale e sentieristica educativa, gemellaggi con gruppi Family di altre Sezioni e un programma specifico 0 - 6 anni.

Il gruppo 2017 del Family CAI Parma

8 gennaio 2018 -  Al via il programma 2018 del gruppo del Family CAI di Parma giunto ormai alla 9^ edizione, che vede annualmente la partecipazione di oltre 600 bimbi e relativi genitori, con incrementi costanti ogni anno.
La vitalità del gruppo è in linea con quanto accade a livello nazionale, dove l’attività del Family CAI rappresenta un fenomeno di spontaneità delle sezioni che merita attenzione e adeguata valorizzazione. Questa scelta è confermata anche dalle attuali linee programmatiche approvate dal CAI.

Il valore educativo dell’attività esperienziale del Family CAI si realizza secondo questi punti principali:
- condivisione dello sforzo divertendosi;
- solidarietà con il gruppo e con i vari responsabili di escursione e non;
- educazione ambientale in forma di gioco/divertimento, attraverso il godimento dei piaceri della natura;
- sviluppare la consapevolezza dei pericoli in montagna;
- presa di coscienza dei cicli produttivi della natura nelle sue varie forme.

Il Family CAI viene sempre più visto quindi come una forte attività “esperienziale”, legata alla montagna in tutte le sue dimensioni, puntando molto alla scoperta e valorizzazione delle tradizioni della montagna e all’educazione ambientale.

Per valorizzare ulteriormente e fare crescere il gruppo del Family CAI avvicinando nuovi iscritti e potenziali nel 2018 verranno programmate nuove “esperienze” fra cui:
- Eventi al Parco del Taro (grazie alla convenzione per la gestione del Sentiero delle Farfalle) di educazione ambientale e sentieristica “educativa”;
- Gemellaggi Family CAI
- Programma 0-6

Il menù del 2018 per i futuri aquilotti da portare all’AG, propone fra le altre attività: la salita ai forti di Genova, dove ammirare con un facile itinerario, la complessità del sistema difensivo della città liguare; le iniziative invernali ai rifugi dell’Appennino e il week end sulla neve a Misurina; il programma per il baby CAI al Parco del Taro; le ambitissime Olimpiadi del Family, la cicloturistica sull’Adda, le uscite alla scoperta dei mestieri dell’Appennino, le esperienze estive sui sentieri glaciologici e della Grande Guerra (questa in occasione della Settimana Nazionale dell’Escursionismo sulle Prealpi Venete), qualche assaggio di gioco arrampicata alle Balze di Malpasso e l’esperienza emozionale dello speleo Family nelle cavità delle Apuane.

Anche quest’anno il Family cercherà di far amare ai più piccoli le montagne vicine e lontane, così come raccontato nel libro disponibile in vendita “Appennino per Tutti” Volume 1 e 2.

Sotto la firma è scaricabile il programma dettagliato.

Comunicato CAI Parma

Segnala questo articolo su:


Torna indietro