Fabiano Ventura chiude "Immaginando"

La rassegna culturale proposta dalla sezione del CAI di Chivasso ospita il fotografo alpinista, che presenterà i risultati del progetto “Sulle Tracce dei Ghiacciai”

29 novembre 2019 - Venerdì 6 dicembre nel Salone della Croce Rossa Italiana (Via Gerbido 11, Chivasso)  è previsto l’ultimo incontro della 27° edizione di Immaginando, la rassegna culturale proposta dalla sezione del CAI di Chivasso e patrocinata dalla Città di Chivasso. Fabiano Ventura, alpinista e fotografo specializzato in tematiche ambientali, presenterà al pubblico i risultati del progetto “Sulle Tracce dei Ghiacciai”, un progetto fotografico-scientifico che coniuga comparazione fotografica e rilevazioni scientifiche per analizzare gli effetti dei cambiamenti climatici grazie all’osservazione delle variazioni delle masse glaciali negli ultimi 100 anni. Il progetto, decennale ed esteso a livello mondiale, ideato e sviluppato da Ventura in collaborazione con uno staff tecnico-creativo, è supportato da un Comitato Scientifico internazionale e conta 6 spedizioni: Karakorum (2009), Caucaso (2011), Alaska (2013), Ande (2016), Himalaya (2018) e Alpi (2020), in fase di preparazione.
“Dopo numerose partecipazioni a spedizioni scientifiche, fotografiche e alpinistiche, nei luoghi più selvaggi e remoti della Terra, dal 2007 mi sono impegnato nel progetto Sulle Tracce dei Ghiacciai” racconta Fabiano. “La consapevolezza del sempre più grave problema dei cambiamenti climatici mi ha portato in questi anni a concentrare gran parte della mia attività su un obiettivo: diffondere il più possibile tra il grande pubblico, e soprattutto tra i giovani, la conoscenza di questo fenomeno. Così, accompagnato da ricercatori e registi, sono andato a fotografare dal vivo le incredibili trasformazioni dei ghiacciai più grandi del mondo e mi impegno a divulgare i risultati di questo lavoro attraverso la realizzazione di mostre, conferenze, programmi didattici, installazioni, documentari”.
Durante la serata, aperta al pubblico, Ventura racconterà quanto emerso dalle spedizioni effettuate, e illustrerà il metodo di documentazione fotografica adottato, alternando immagini spettacolari a riflessioni sulla situazione globale del clima.
Un ospite importante e un tema particolarmente attuale quindi per concludere la rassegna del 2019, che si è aperta con lo spettacolo “Galisia 44” del Faber Teater, e successivamente ha visto come ospiti Sebastiano Audisio, Roberto Casati, Raffaella Miravalle, e Gianni Sirotto, sempre con un ottimo riscontro di pubblico. L’appuntamento è al prossimo anno, il CAI di Chivasso sta infatti già lavorando alla programmazione della 28° edizione.

Club Alpino Italiano – Sezione di Chivasso

Segnala questo articolo su:


Torna indietro