Escursione di sicurezza in montagna con il CAI Popoli

L'esercitazione del CAI Popoli si è svolta domenica 23 febbraio in compagnia del Soccorso Alpino della Guardia di Finanza e del Corpo Forestale dello Stato, con l'ausilio dell'elicottero del Sevizio Aereo della Forestale

Il Soccorso Alpino della Guardia di Finanza

Una bella escursione della Sezione CAI di Popoli sulle pendici Ovest del M. Pratello è stato il contesto all'interno del quale si è sviluppata una esercitazione di autosoccorso in valanga con il Soccorso Alpino della Guardia di Finanza e del Corpo Forestale dello Stato, coadiuvati dall'elicottero del Sevizio Aereo della Forestale. Un bel dispiegamento di forze dei due nuclei di Soccorso Alpino che con molta disponibilità e professionalità si sono messi a disposizione della Sezione abruzzese per una prima ma fondamentale esperienza in ambiente, sulle tecniche e le modalità dell'autosoccorso in valanga (Artva, pala e sonda) anche con l'ausilio dall'alto dell'elicottero per una esercitazione di individuazione del sommerso in valanga con il sistema Recco. Una fondamentale opportunità di informazione necessaria alla maturazione della consapevolezza dei rischi nella montagna innevata soprattutto per quegli escursionisti che con le ciaspole si addentrano nella montagna invernale.

Ed è stata proprio la riflessione sul crescente aumento del numero di escursionisti che si avvicinano all'uso delle racchette da neve a spingere la Sezione CAI di Popoli ad organizzare un mese di febbraio all'insegna della sicurezza. Perchè, come spesso accade, un uso non consapevole dei rischi di una attrezzatura per la progressione, di tutto sommato facile utilizzo, quali le ciaspole appunto, aumenta in maniera esponenziale il rischio quando non siano chiari i limiti dell'attrezzatura (dove entro quali parametri utilizzarli) e gli strumenti della lettura del rischio nell'ambiente innevato.

Così, il 9 febbraio e il 16 febbraio i giovani della Sezione hanno effettuato due escursioni per conoscere i primi elementi dell'utilizzo dell'Artva, della pala e della sonda, per poi dare vita il 21 febbraio ad un incontro sulla Meteorologia in montagna d'inverno con Thomas Di Fiore dell'Associazione Meteorologica Caput Frigoris, fino ad arrivare alla escursione/esercitazione del 23 Febbraio con il Soccorso Alpino di Guardia di Finanza e Forestale. Una esperienza che continuerà in un prossimo futuro con ulteriori momenti di approfondimento.

 

Segnala questo articolo su:


Torna indietro