Enrico Camanni ospite del CAI Coazze

Appuntamento venerdì 14 giugno con la serata "La montagna tra guerre e ribellioni prima e dopo la nascita dell'alpinismo", con il il contributo dello storico e scrittore Gianni Oliva.

La locandina della serata

30 maggio 2019 - Coazze è un piccolo paese di 3000 abitanti a 40km da Torino al fondo della Val Sangone e la nostra Sezione conta 700 soci con una Scuola di Scialpinismo, la Rocciavrè, che è a livello regionale apprezzata per la sua serietà. Nel nostro paese si parla ancora il patois e sono vive le tradizioni legate alla dura vita del montanaro che sapeva trovare in montagna le condizioni per sopravvivere.

Questo ha portato a forgiare corpi e caratteri e non per niente sul nostro campanile c'e' scritto OGNUNO A SUO MODO. Questo motto può essere interpretato con la presenza di persone che non scendono facilmente a compromesso. La Val Sangone è poi stata alla fine del 1800 la valle dove Adolfo Kind ha mosso i primi passi con gli sci e possiamo dire che insieme a Balme siamo stati la culla dello sci in Italia.

I montanari locali non capivano perchè questi signori venuti dalla città andavano in montagna  nelle condizioni più ostili e quando non c'era alcuna attivita' utile da svolgere. Gli stessi hanno pero' rapidamente capito che con gli sci potevano per esempio piu' facilmente andare a caccia anche d'inverno e mettendo a frutto la loro esperienza e capacita' di muoversi in montagna sono diventati ben presto formidabili sciatori e hanno cominciato a cimentarsi in competizioni.

Per la loro abilita' gia' a partire dalla prima guerra mondiale sono entrati a far parte dei reparti sciatori degli Alpini e poi la stessa abilita' e' stata utilizzata durante il periodo della Resistenza. Lo sci e la capacita' di muoversi con destrezza in montagna non erano piu' visti unicamente come vantaggio durante il confronto con il nemico ma erano anche considerati  per la semplice  passione per queste pratiche sportive.

I libri di Enrico Camanni Alpi Ribelli e Il fuoco e il gelo pur in altri contesti trattano esattamente questi temi, che durante la serata "La montagna tra guerre e ribellioni prima e dopo la nascita dell'alpinismo", organizzata dalla Sezione saranno sviluppati anche con il contributo dello storico e scrittore Gianni Oliva.

Appuntamento dunque venerdì 14 giugno, ore 20,45, presso il Palafeste di Coazze.

Alfio Usseglio
Presidente CAI Coazze

Segnala questo articolo su:


Torna indietro