E' scomparso il noto regista e sceneggiatore Nazareno Marinoni

Per molti anni si è impegnato di montagna e alpinismo, con lavori di taglio storico e non solo.Il suo "Quei giorni sul bianco" del 1986 fu premiato al Trento Film Festival.

Nazareno Marinoni

2 ottobre 2020 - È scomparso ieri, 1° ottobre, il giorno precedente al suo 82° compleanno, Nazareno Marinoni, nella casa di famiglia in provincia di Reggio Emilia, noto regista e sceneggiatore che per molti anni si è occupato di montagna e di alpinismo.

Professionista di talento, Marinoni aveva lavorato per parecchi anni presso la sede Rai regionale della Valle d’Aosta, seguendo le vicende dell’alpinismo contemporaneo ma impegnandosi anche in importanti lavori di taglio storico. Tra i suoi film più noti vanno ricordati Monte Bianco, tetto d’Europa, 1983, che propone una panoramica sulle maggiori salite di quel periodo nel massiccio. E poi Quei giorni sul Bianco, del 1986, premiato a Trento, una interessante e rigorosa ricostruzione sceneggiata dei primi tentativi e delle prime salite sul versante italiano del Monte Bianco, e anche Ritratto con montagne, sempre del 1986, sulle esplorazioni del nobile valdostano Philibert Amédee Arnod e sul tentativo di salita al Col Major (l’attuale Colle del Gigante) nel 1689. Particolarmente apprezzato dalla critica e dal pubblico era stato anche Oltre, da solo, del 1987, dedicato alla figura di Renato Casarotto, di cui Marinoni aveva seguito le grandi impresi sulle Alpi, divenendone amico.

Negli ultimi anni aveva conosciuto un notevole successo di pubblico lo spettacolo teatrale Due amori, storia di Renato Casarotto, un monologo interpretato dall’attore massimo Nicoli per la regia di Umberto Zanoletti, tratto da un’idea di Davide Torri ma basato su una scrittura di Marinoni.

Red

Segnala questo articolo su:


Torna indietro