E' partito il Festival dell'Appennino

Nuovi "pelllegrini" sulle tracce di Francesco dall'Umbria fino ad Ascoli. Coivolta anche la Sezione della città marchigiana

In viaggio verso la Selva Oscura (2012)

A piedi da Assisi ad Ascoli lungo il cammino francescano della Marca. Il Festival dell'Appennino, promosso dalla Provincia di Ascoli per il terzo anno consecutivo, allarga il suo sguardo all'Umbria. Lo fa con il pellegrinaggio culturale e spirituale con il quale verrà ripercorsa una delle vie che San Francesco seguì nelle sue predicazioni verso le Marche meridionali, e unisce idealmente il santuario del poverello d'Assisi con il sepolcro del protettore dei terremoti, Sant'Emidio di Ascoli.

Il cammino, la cui partenza è in programma stamattina (24 aprile 2013 n.d.r.) da Assisi e l'arrivo il primo maggio nel capoluogo Piceno, si svilupperà per 177 chilometri e attraverserà due regioni, quattro provincie e quindici comuni. E' dedicata idealmente ai giovani, simbolo di entusiasmo e speranza, questa terza edizione della rassegna: diciannove appuntamenti di scena, da maggio a luglio, in meravigliose location del territorio Piceno.

Promosso con il contributo di Regione Marche, Bim Tronto, Comuni di Ascoli e Folignano, associazione Appennino Up', e con la collaborazione di 15 comuni, delle comunità montane dei Sibillini e del Tronto, del Cai Ascoli e da altre associazioni, il festival sarà un meraviglioso contenitore di escursioni, spettacoli, concerti, mostre, degustazioni e incontri.

Dopo il cammino francescano della Marca, la kermesse partirà con il primo appuntamlento, il 4 maggio, dalla chiesa della Ss. Annunziata di Ascoli, con il suggestivo recital Per seguir virtute e canoscenza dell'attrice teatrale, Lucilla Giagnoni, che declamerà brani della Divina Commedia.

E ancora, il 5 maggio, sarà la volta dell'escursione a perdifiato tra i calanchi, tra Appignano e Castignano, per proseguire, il 12 maggio, con la tappa di Isola San Biagio, splendida località di Montemonaco che ospiterà un reading di scrittura a cura del poeta Luigi Nacci.

Il 18 e 19 maggio si terranno due spedizioni nella natura molto emozionanti: la prima ad Umito di Acquasanta dove sarà possibile assistere a un caratteristico concerto musicale a ritmo dell'acqua della cascata, la seconda a Scalelle di Roccafluvione dove andrà in scena lo spettacolo Il bosco bruciato, il bosco rinato con testi di Cesare Catà.

Per ulteriori informazioni è possibile consultare il sito internet www.festivaldellappennino.it dove saranno pubblicati in tempo reali aggiornamenti e informazioni su ogni evento.

Fonte: Il resto del Carlino ed. Ascoli

Segnala questo articolo su:


Torna indietro