Due cime oltre i 3000 metri per sette ragazzi dell'Alpinismo giovanile del CAI Bressanone

Tre giorni trascorsi in Vallelunga a cavallo dello scorso Ferragosto, che ha visto i giovanissimi salire i loro primi 3000: la Tiergartenspitze (3068 metri) e la Schwarzkopf (3002 metri).

I protagonisti della tre giorni

28 agosto 2019 - Sette ragazzi (grandi), tre accompagnatori, due cime oltre i 3000mt. Un Ferragosto all’insegna della montagna, della natura e della storia per l'Alpinismo giovanile del CAI Bressanone,  che hanno trascorso tre giorni in Vallelunga.

La prima giornata l’abbiamo trascorsa in allegria, tra viaggio e una bella escursione alla sorgente dell’Adige, per poi salire al pianoro di Plamort a visitare i resti di un’opera militare da difesa, risalente al periodo tra le due guerre mondiali. Infine abbiamo raggiunto il Rifugio Maseben dove ci aspettava Alessandro con un’ ottima cena.

La seconda giornata è stata più impegnativa: sveglia presto, colazione e partenza per la Tiergartenspitze, prima volta che i nostri ragazzi salgono una cima sopra i 3000 mt., esattamente 3068. La salita è stata un po' faticosa e impegnativa, ma la soddisfazione di essere arrivati lassù è stata grande per tutti, ragazzi e accompagnatori che hanno creduto in questa “avventura”. Dopo esserci complimentati con il classico Berg heil ed aver ammirato le splendide viste sulla Palla Bianca e l’Alta Venosta, abbiamo iniziato la discesa e poco dopo siamo risaliti su un'altra cima, questa volta la Schwarzkopf, 3002 mt. Fatte alcune foto, siamo ridiscesi alla Masebenhütte.

L’ultima giornata l’abbiamo passata un po' più tranquillamente: sveglia con calma, colazione, riordino della camerata e, rifatti gli zaini, discesa a Melago. Saliti in macchina ci siamo diretti al lago di Resia, abbiamo ammirato la bellezza del campanile nel lago e passato alcune ore in allegria, giocando a friesbee, racchettoni e mettendo i piedi in ammollo.
Nel pomeriggio, non prima di aver gustato un ottimo gelato in una piccola gelateria storica di Silandro, siamo rientrati a Bressanone, dove ci aspettavano i genitori felici di rivedere i loro figli soddisfatti della bella esperienza vissuta in compagnia.

Alpinismo giovanile CAI Bressanone

Segnala questo articolo su:


Torna indietro