"Diversamente uguali": edito dal CAI Lazio il volume sul progetto tattile e motorio in escursione

Disponibile on line, la pubblicazione descrive i 16 itinerari di montagna resi accessibili con carrozzelle joelette (sentieri LH) e da utenti non vedenti (LHT) con corrimani e tabelle braille.

La copertina del volume

9 febbraio 2017 - "Mi piacerebbe essere diverso da quello che sono, così tanto per cambiare e vedere un pò come ci si sente" (Carl William Brown).

Il CAI Lazio ha edito la nuova opera "Diversamente uguali. Progetto tattile e motorio in escursione", che racconta il progetto di montagna per tutti portato avanti dal Gruppo regionale sui sentieri appenninici. Si tratta di una rete di sentieri H nel Lazio, percorribile da persone con disabilità, con l’aiuto di accompagnatori appositamente addestrati. 16 itinerari di montagna facilmente accessibili dalle arterie stradali e sistemati adattando i sentieri esistenti, in modo da poter essere percorsi con carrozzelle joelette (sentieri LH) e da utenti non vedenti (LHT) con corrimani e tabelle braille.
Il libro è visionabile cliccando qui.

Il progetto sarà inoltre presentato da Amedeo Parente (Presidente del CAI Colleferro e responsabile del gruppo LH)
al convegno “La montagna che aiuta”, in programma a Milano il 25 febbraio 2017 (Sala Alessi di Palazzo Marino, ore 10.50). L'appuntamento del Comune di Milano si focalizza su quanto si fa e si può fare per aiutare le persone con problematiche fisiche, psichiche o di emarginazione, che possono trovare in ambiti montani momenti di socializzazione, gratificazione personale e sostegno psicologico (inizio lavori ore 8.45).

Red

Segnala questo articolo su:


Torna indietro