“Conoscere la geologia del Veneto, dalle rocce più antiche alle piattaforme anisico-ladiniche”

Il libro di Tiziano Abbà (Socio CAI Camposampiero) tratta la varia e complessa storia geologica della regione. Pubblicato dal Comitato Scientifico VFG del CAI, sarà presentato venerdì 20 dicembre a Montebelluna (TV).

La locandina della presentazione

18 dicembre 2019 - Una pubblicazione che intende trattare in maniera completa e con linguaggio rigoroso ma divulgativo, la storia geologica di una regione come il Veneto, che presenta una grande complessità e varietà di situazioni.

Queste le caratteristiche del volume “Conoscere la geologia del Veneto, dalle rocce più antiche alle piattaforme anisico-ladiniche” del geologo Tiziano Abbà (iscritto alla Sezione di Camposampiero del Cai), prima uscita delle tre previste dal Comitato Scientifico Veneto, Friulano e Giuliano del Club alpino italiano su questo tema.

“Il testo, una vera novità nel campo dell'editoria del settore, ha contributi ed è stato revisionato dai massimi esperti del settore”, affermano dal Comitato scientifico. “Si presenta come un punto di riferimento sia per chi ama la geologia e vuole conoscerla meglio e approfondirla, sia per studenti e professionisti. Corredato da innumerevoli foto, disegni di pregio, cartine e tabelle, il libro risulta un prodotto completo e piacevole”.

“Conoscere la geologia del Veneto” sarà presentato per la prima volta venerdì 20 dicembre alle 20.30 a Montebelluna (TV), presso l'auditorium della Biblioteca comunale. L’appuntamento è organizzato dal sopracitato Comitato scientifico veneto, friulano e giuliano del CAI, con il patrocinio del Museo di Storia Naturale e Archeologia di Montebelluna, della Città di Montebelluna, del Cai Veneto e della Sezione locale.

Il volume, voluto e coordinato dal Comitato Scientifico VFG del CAI, nasce dopo due anni di intenso lavoro e gode del patrocinio di CAI Veneto, Sezione di Camposampiero, Sezione di San Donà di Piave, Fondazione Antonio Berti, Fondazione Dolomiti Unesco, Parco Nazionale Dolomiti Bellunesi, Parco Naturale Dolomiti D'Ampezzo e Dipartimento di Geoscienze dell'Università degli studi di Padova.

Per maggiori informazioni: www.caicsvfg.it

Red

Segnala questo articolo su:


Torna indietro