Concluso il corso "Erbe selvatiche commestibili"

Cinque lezioni teoriche e due uscite per conoscere le erbe spontanee commestibili locali; organizzato dalla Sezione CAI di Belluno si è svolto nella primavera 2015

Scatto durane una lezione pratica del corso

Andar per erbe nel passato, quando prevaleva un’economia di sopravvivenza, era una necessità dettata da finalità alimentari e medicinali. Oggi è per lo più un passatempo, che però richiede delle conoscenze che sono andate in gran parte perdute.

C’è un’esigenza crescente rivolta a recuperare un sano rapporto con la natura, camminando piacevolmente tra il verde, magari andando a raccogliere erbe spontanee, per il gusto di usarle in cucina.
Proprio per venire incontro a questo emergente interesse la Sezione bellunese del CAI, in collaborazione con il CTG di Belluno, ha svolto un apposito corso dedicato al riconoscimento ed uso delle erbe selvatiche. Ne sono stati patrocinatori il Comune di Belluno e il Comitato Scientifico Regionale del CAI.

Questa attività fa seguito ad altri corsi naturalistici dedicati ai fiori di montagna ed ai nostri alberi, che hanno riscosso un ampio interesse con partecipazioni di oltre una settantina di persone.
Il presente corso ha avuto un particolare successo di partecipazione, tanto che le richieste, oltre un centinaio, sono andate ben oltre le disponibilità dei posti e alcuni iscritti sono arrivati anche da città lontane.

L’iniziativa è stata alla portata di tutti essendo il taglio di carattere divulgativo, pratico e coinvolgente, grazie alla competenza ed esperienza dei relatori, tra i quali un dottore forestale, dei naturalisti, un alimurgo ed un fitologo. Il direttore del corso è Anacleto Boranga – naturalista e ONC - CAI e la coordinatrice organizzativa è Daniela Mangiola, essa pure, operatrice naturalistica del CAI.

Il corso si è articolato su cinque lezioni teoriche e due uscite sul campo, in ambienti diversi, con una degustazione finale a base di erbe selvatiche. Considerato il successo gli organizzatori ne hanno già in programma un altro dedicato alle erbe selvatiche medicinali.

CAI Belluno

Segnala questo articolo su:


Torna indietro