Centinaia in cammino per l'inizio del Cammina Italia CAI 2019 in Sardegna

Ieri e oggi, in provincia di Cagliari, si sono svolte le prime due escursioni della staffetta non continuativa con la quale il Club alpino italiano intende rilanciare quest'anno il rinnovato Sentiero Italia CAI.

L'escursione di ieri con il Presidente Torti

3 marzo 2019 - Ottanta partecipanti ieri da Burcei a Baccu Malu, tra i quali il Presidente generale del CAI Vincenzo Torti, altrettanti oggi (anche in mountain bike) da Caserma Noci a Castiadas. Sono questi i numeri delle escursioni, organizzate dalla Sezione di Cagliari, lungo le due ultime tappe sarde del Sentiero Italia CAI. Escursioni che hanno dato inizio al "Cammina Italia CAI 2019".

L'inizio della grande staffetta non continuativa, che interesserà tutte le regioni italiane fino a settembre, attraverso la quale il Club alpino italiano intende promuovere il rinnovato Sentiero Italia, si è dunque svolto all'interno del Parco Regionale Monte Genis / Settefratelli: un'area tra le più interessanti della regione dal punto di vista paesaggistico, faunistico e naturalistico, nella quale si trovano vigneti, frutteti e foreste intatte con lecci e sughere, popolate da cervi, cinghiali e mufloni.

Per due giorni il serpentone colorato degli escursionisti, ai quali si sono aggiunti diversi abitanti del luogo, ha camminato lungo percorsi ricchi di storia, che un tempo venivano utilizzati da pastori e carbonai.

"La Sardegna, una terra meravigliosa, non poteva rappresentare regione migliore per dare inizio al rilancio del Sentiero Italia CAI, che permetterà di vivere senza interruzioni un'armonia tra culture, paesaggi e territori. Stiamo dando inizio alla promozione di quanto di più bello il nostro Paese è in grado di offrire", ha affermato il Presidente generale del CAI Vincenzo Torti, alla partenza della prima escursione a Burcei. "Chi avrà la fortuna di percorrere, anche solo per qualche tratto, questo itinerario, scoprirà un mondo straordinario, che merita amore, rispetto e valorizzazione".

Entusiasmo, interesse, attenzione e condivisione hanno caratterizzato il cammino, con il valore aggiunto rappresentato dalle interessanti spiegazioni, di carattere naturalistico e storico, fornite dagli Accompagnatori della Sezione di Cagliari e dai rappresentanti dell'Agenzia Regionale Forestas, che hanno curato in prima persona la tracciatura e la segnaletica del rinnovato Sentiero Italia CAI nella provincia.

Presenti, tra gli altri, la Presidente del CAI Sardegna Pierina Mameli, il Presidente della Sezione di Cagliari Pierfrancesco Boy e il coordinatore escursionismo del CAI regionale Giorgio Argiolas. Quest'ultimo, prima delle escursioni, ha ricordato come un camminatore non debba lasciare tracce del proprio passaggio, iniziando dal non abbandonare rifiuti lungo il tracciato. Tutti hanno poi rimarcato l'opportunità di sviluppo di una nuova forma di turismo sostenibile che il rilancio di questo percorso può consentire ai territori attraversati.

La giornata di oggi si è conclusa con la calda accoglienza del Sindaco e dell'Amministrazione comunale di Castiadas, con il rinfresco offerto agli escursionisti arrivati nelle località dove si conclude la parte sarda del Sentiero Italia CAI.

Per maggiori informazioni sul Sentiero Italia CAI: sentieroitalia.cai.it

Clicca qui per vedere le foto.

Comunicato Club alpino italiano

Segnala questo articolo su:


Torna indietro