Centinaia di alunni sui sentieri grazie al progetto "A scuola con il CAI" della Sezione di Amatrice

300 bambini e ragazzi di 23 classi dalla materna alle superiori, insieme a 30 insegnanti, hanno camminato per i Monti della Laga tra la natura e i segni dell'uomo. Gemellaggio inoltre con i bambini della scuola Comenio di Scoppito (AQ).

Una delle escursioni effettuate

13 giugno 2018 - Il successo e la partecipazione alla manifestazione finale dello scorso 8 giugno, svoltasi presso la scuola Trentino di Amatrice, sono stati la degna conclusione del progetto A scuola con il CAI, organizzato dalla sezione di Amatrice anche per questo anno scolastico.

Un progetto ormai consolidato, inserito nell’offerta formativa dell’I.O. di Amatrice da 6 anni e che permette ad alunni ed insegnanti di ogni ordine e grado di conoscere e vivere a 360° le nostre montagne. Il progetto di questo anno, dal titolo complessivo Tutti i colori della Laga, ha avuto l’obiettivo di far scoprire alle giovani generazioni la terra che viviamo, i segreti, la bellezza, l’unicità e le potenzialità che custodisce. Calpestare i sentieri ci mette inevitabilmente in intimo contatto con natura, rocce, acque, alberi e animali ma, su questa terra intensamente vissuta dall’uomo, è anche il modo migliore per ritrovare i segni dei nostri nonni.

Muretti a secco, strade lastricate, piazzole per le carbonaie, stazzi delle pecore diventano altrettanti libri per rivivere un mondo, lontano dall’era tecnologica, ma capace di proiettarci in uno decisamente più faticoso ma più autentico e vivo.

Quest’anno le attività si sono arricchite grazie alla partecipazione degli alunni dell’istituto comprensivo Comenio di Scoppito (AQ). Un gemellaggio con la scuola di Amatrice dal titolo I sentieri fanno scuola, che ha visto protagonisti gli alunni delle classi IV e V che in 2 incontri nelle rispettive realtà hanno potuto scambiare esperienze e conoscenze, camminare, giocare, mangiare e crescere  insieme.

Quest’anno abbiamo guidato sui sentieri oltre 300 alunni, 23 classi dai piccoli dell’infanzia ai ragazzi del Liceo Scientifico, 30 insegnanti, i dirigenti delle scuole coinvolte. Camminando sui sentieri, abilmente segnati e curati dal CAI, abbiamo riscoperto tesori di arte da proteggere, passeggiato su prati tappezzati di fiori, abbracciato alberi, conosciuto i segreti della nostra arenaria, ammirato i salti spumeggianti delle cascate, appreso nomi antichi e riscoperto antichi valori, ammirato panorami unici.

Tutto questo è stato possibile grazie all’opera volontaria dei soci della Sezione CAI di Amatrice: Claudio, Francesco, Paolo, Cristina, Simona, Pietro,  Marco, Franco, Mariangela e Catia, supportati, per il progetto condiviso con Scoppito, anche dagli accompagnatori della Sezione dell’Aquila, agli insegnanti  referenti Maria Pia Ginocchi per Amatrice e Mauro Ciotti per Scoppito e alla grande partecipazione di alunni ed insegnanti.

Abbiamo realizzato in pieno il compito dell’alpinismo giovanile che ha lo scopo di aiutare il giovane nella propria crescita umana, proponendogli l’ambiente montano per vivere con gioia esperienze di formazione. In occasione della manifestazione finale abbiamo proiettato il video che Livia, una studentessa del Liceo, ha realizzato con una selezione di immagini e filmati delle escursioni. L’emozione che tutti i presenti hanno provato è stata la prova tangibile dell’ottimo lavoro svolto, la moneta che ci ripaga per il tempo e le energie impiegate per questo progetto.

La giornata ha visto protagonista anche Corto, il labrador del Soccorso Alpino che, con Fabio il suo padrone ha dato una piccola dimostrazione della sua abilità, affascinando soprattutto i piccoli di infanzia e primaria. Inoltre a tutti gli studenti delle scuole di Amatrice, Accumoli e Cittareale la protezione civile di Coppito ha donato maglie tecniche. Altre scuole delle cittadine limitrofe ci hanno chiesto di partecipare a questo progetto, tutto questo ci spinge a proseguire su questo “sentiero” e riproporre anche per il prossimo anno A Scuola con il CAI.

Il messaggio che vogliamo lasciare a conclusione di questo anno ricco di emozioni è lo stesso che chiude il video di Livia: “percorri il tuo sentiero e raggiungi la vetta e fanne un’esperienza da condividere con tutti”.

Catia Clementi
Vicepresidente CAI Amatrice (referente progetto scuole) 

Segnala questo articolo su:


Torna indietro