Celebrazioni CAI 150 a Torino: gli appuntamenti di sabato 26 ottobre

Alle 16 si terrà l'incontro BiblioCai, mentre alle 18 è in programma il 10° anniversario Area Documentazione Museomontagna,

Un'immagine storica del Museo della Montagna

Si riuniranno al Monte dei Cappuccini – il 26 e 27 ottobre, per un incontro riservato di lavoro – i responsabili delle Biblioteche del Club Alpino Italiano. BiblioCai è il coordinamento delle biblioteche sezionali nato nel 2000 per iniziativa della Biblioteca Nazionale CAI e della Biblioteca della Montagna SAT con l’obiettivo di valorizzare il patrimonio documentario, tramite la formazione dei volontari, l’informatizzazione dei cataloghi, lo scambio di informazioni e di pubblicazioni.

È anche il promotore del MetaOPAC tematico del CAI che interroga simultaneamente i cataloghi sul web e realizza virtualmente la più grande biblioteca specializzata di montagna e alpinismo del mondo. Il prossimo incontro sarà dedicato in particolare ai fondi fotografici delle sezioni CAI. Si presenterà la fototeca storica del Museomontagna, con una rassegna delle varie tecniche di stampa  e si affronteranno i problemi di conservazione, restauro, catalogazione e digitalizzazione.

In occasione del seminario – con apertura al pubblico – è previsto l’incontro Viaggio nel web tra le carte del Club alpino italiano del Piemonte e della Valle D'Aosta alle ore 16.00 del 26 ottobre. Il progetto si propone come esempio di salvaguardia e valorizzazione di fonti documentarie in ambito associativo finora trascurate. Il lavoro di censimento e inventariazione degli archivi del CAI,  è stato curato della Soprintendenza archivistica per il Piemonte e la Valle d’Aosta.

Alle ore 18 si terrà invece il 10° anniversario Area Documentazione Museomontagna, primo settore del Museo allora in corso di rinnovamento. Seguirono l’Area Espositiva e quella Incontri.
L’Area documentazione – afferma Aldo Audisio, direttore del Museo - «è stato per molti anni il mio sogno. Per raggiungere la meta ho lavorato per anni, con il sostegno della presidenza generale del CAI, per far comprendere a tutti il valore di una nuova ed innovativa struttura, unica nel genere a livello mondiale».

Oltre al superamento dei problemi organizzativi è stato necessario “creare” una sede idonea, realizzata grazie ad un importante intervento condotto dalla Città di Torino. Oggi nella Sala di consultazione dell’Area Documentazione lo studioso può visionare – senza spostarsi – quanto conservato da: Biblioteca Nazionale CAI, Centro Documentazione Museomontagna (Fototeca, archivi, collezioni iconografiche), Cineteca Storica e Videoteca Museomontagna, CISDAE CAI (Centro Documentazione Studio Alpinismo Extraeuropeo).

Sono a disposizione degli studiosi circa 260.000 pezzi: 31.000 volumi, 18.000 annate di periodici, 160.000 fotografie, 9.500 manifesti, 1.100 libretti di guida alpina e rifugio; 4.000 film e documenti video; oltre a molte migliaia di carte da collezione ed ephemera, documenti di spedizioni, cartografia varia…

Alle 18.00 il direttore del Museomontagna Aldo Audisio illustrerà significato e valore della struttura; seguiranno l’intervento istituzionale di Umberto Martini, presidente generale del Club Alpino Italiano e il ricordo del past-president Gabriele Bianchi. L’incontro sarà chiuso da una sintetica presentazione del patrimonio, fatta dai responsabili dei singoli settori. Seguirà la visita all’Area Documentazione.

Segnala questo articolo su:


Torna indietro