CamminaCAI 2017: quattro giorni di escursioni ed eventi sui cammini storici e religiosi di tutta Italia

Tra il 5 e l'8 ottobre il CAI organizza oltre 40 eventi, tra escursioni, serate e conferenze, in 13 regioni, per promuovere un settore dell'escursionismo in crescita negli ultimi anni. Tanti appuntamenti in Piemonte (13) e Lombardia (7).

Escursionisti sulla Via Romea

26 settembre 2017 - Far conoscere, attraverso la loro fruizione, lo straordinario patrimonio di percorsi con valenza storica, culturale, antropologica e spirituale esistenti sull’intero territorio nazionale. E' questo l'obiettivo di “CamminaCAI 2017”, manifestazione organizzata dal Club alpino italiano tra il 5 e l'8 ottobre prossimi, che prevede oltre 40 eventi, tra escursioni, serate e conferenze, in 13 regioni, dei quali 13 in Piemonte e 9 in Lombardia.

Il progetto, curato dal Gruppo di lavoro “Percorsi Cammini storici e religiosi” del Sodalizio, è motivato dal crescente apprezzamento, avvenuto negli ultimi vent'anni, del settore escursionistico rappresentato dai “cammini”, che si sviluppano per la maggior parte in aree montuose a bassa quota e collinari, storicamente più agevoli per il movimento di persone e materiali.

L'attenzione del CAI per i cammini storico religiosi o di lunga percorrenza non è certo di oggi, se solo pensiamo a quel Sentiero Italia, ideato da Teresio Valsesia, che rappresenta il più lungo cammino del mondo e al quale dovremo al più presto riportare l'attenzione che merita”, afferma il Presidente generale del CAI Vincenzo Torti. “E' in questo contesto che si inserisce il CamminaCAI 2017, teso a studiare, riscoprire e valorizzare un patrimonio storico culturale da trasformare in occasione per molti di immergersi nella dimensione del tempo, riscoprendo il vero valore di se stessi”.

Sulla stessa lunghezza d'onda il coordinatore del Gruppo “Percorsi Cammini storici e religiosi” Carlo Bonisoli, secondo il quale “abbiamo rilevato una maggiore attenzione della popolazione italiana verso una nuova forma di escursionismo spirituale, esperienziale ed emozionale. Un cambiamento dimostrato dal fatto che nel 2016 gli italiani sono diventati, dopo gli spagnoli, il gruppo più numeroso sul Cammino di Santiago, con quasi 24.000 presenze su un totale di 278.000 persone che hanno effettuato il pellegrinaggio. Da qui è nato questo progetto, che ha il vantaggio di svolgersi lungo itinerari vicino a zone molto abitate, dove tra l'altro vive la maggior parte dei nostri Soci”.

I singoli appuntamenti e le escursioni (alcune anche di più giorni), aperti a Soci e non Soci CAI, sono stati organizzati con la collaborazione della Commissione centrale escursionismo e delle Sezioni locali dell'associazione.

Il programma generale è disponibile a questo link. 

Comunicato Club alpino italiano

Segnala questo articolo su:


Torna indietro