CamminaCAI 150, il resoconto del fine settimana a L'Aquila

Si sono percorse le tre tappe che uniscono i territori tra Lazio e l’Abruzzo.

Il gruppo alla Fontana luminosa

Il successo del trekking  “Salaria 150° quattro regioni senza confini” nella tre giorni de L'Aquila ha visto la partecipazione di numerosi Soci CAI e cittadini che, affascinati dalla nostra proposta per festeggiare il 150esimo compleanno del Sodalizio, hanno calzato gli scarponi e si sono uniti alla nostra “cordata”. Stesso entusiasmo ha riscosso il cicloescursionismo con oltre 50 biker.

Venerdì 14 giugno coordinati dai gruppi Seniores e usufruendo del treno dalla Stazione FS di Vigliano AQ, le Sezioni di Antrodoco (RI) e dell’Aquila (oltre 50 partecipanti) hanno raccolto il testimone che la Sezione di Rieti ci ha passato dalla precedente escursione.

Sabato 15 giugno sia gli escursionisti che i biker  (in tutto oltre 70 adesioni) si sono dati appuntamento alla vecchia fornace di Vigliano di Scoppito (AQ), percorrendo due diversi itinerari nei primi chilometri per ricongiungersi poi all’abbazia di Santo Stefano XII sec.  e continuare fino a Tornimparte (AQ) dove sono stati accolti e rifocillati.

Domenica 16 oltre 80 escursionisti e 20 biker provenienti dalle Sezioni aderenti al progetto di “Salaria 150°” hanno attraversato i territori di Tornimparte, Lucoli e Roio per giungere a L’Aquila nel parco del Forte Spagnolo dove la Sezione Aquilana ha offerto un ristoro.

L’Amministrazione Comunale e la Città non potevano accogliere i partecipanti in un posto migliore per concludere e riflettere sui 150 anni del Club Alpino Italiano (la nostra Sezione il prossimo anno ne festeggerà 140). L’Auditorium progettato da Renzo Piano e finanziato dalla Regione del Trentino Alto Adige è stato il corollario di mesi di duro lavoro in cui i soci non si sono risparmiati.

Il presidente della Sezione Aquilana Salvatore Perinetti nel ringraziare le numerose Sezioni  ed ospiti pervenuti ha consegnato a tutti un gagliardetto ed una copia del Bollettino Sezionale.
A Franco Laganà,  portavoce del progetto, è stato affidato il compito di illustrarne le finalità alla cittadinanza e  ai numerosi Soci presenti. Hanno partecipato anche le Pro Loco che hanno supportato l’iniziativa, l’Assessore all’Ambiente dell’Aquila Alfredo Moroni (particolarmente vicino al nostro Sodalizio) e il  Sindaco di Lucoli Valter Chiappini.

Di rilievo il saluto del Presidente della Commissione Centrale per l’Escursionismo Carlo Diodati, il quale ha ricordato l’attenzione della CCE alle iniziative in corso: la via Francigena, la via Micaelica e la via Salaria.
Gradito ospite il Consigliere Centrale Paolo Valoti past President della sezione di Bergamo gemellata con la sezione Aquilana, il quale venuto a conoscenza del nostro progetto si è reso disponibile ad organizzare un incontro al Palamonti di Bergamo per presentare i lavori svolti e la guida escursionistica.

A corollario delle giornate si è esibito il Coro della sezione CAI dell’Aquila. Al termine ci si è dati appuntamento per la prossima tappa Aquilana inserita nella 719° edizione della Perdonanza Celestiniana che il Comune dell’Aquila ha in cartellone dal 23 al 29 Agosto e per l’escursione di domenica  25 agosto da San Pietro alla Jenca nel Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga attraverso tutta la valle fino a raggiungere la città nella Basilica di Collemaggio, il percorso sarà percorribile anche in MTB.

Felice Flati - CAI L'Aquila

 

Le foto dell escursione sul nostro canale Flickr 

Segnala questo articolo su:


Torna indietro