Cammina CAI 150, l’arrivo dei soci della Francigena a Piazza San Pietro

Molti piemontesi tra i soci arrivati a Roma, cinque dei quali hanno partecipato a tutte le tappe del cammino da Moncenisio

Beppe Rulfo

Splende il sole a Roma nella giornata di sabato 28 settembre all’ora di pranzo, quando in una Piazza San Pietro affollata di turisti arrivano i camminatori del CAI provenienti dalla Via Francigena.

Sono poco meno di un centinaio e il morale è naturalmente molto alto per questa festa conclusiva del progetto Cammina CAI 150.
“Ci sono parecchi piemontesi, cinque di noi hanno partecipato addirittura a tutte le tappe da Moncenisio fino a qui”, ci dice Beppe Rulfo, socio del CAI Mosso e componente della CCE. “Tanti anche i soci toscani, che si sono uniti da Siena in avanti”.

Molto indaffarati i soci della Sezione di Roma, che si sono presi il compito di fare gli onori di casa e di gestire le centinaia di escursionisti arrivati da tutta Italia. “Io sono nata qui in zona San Pietro, a poche centinaia di metri dalla piazza”, racconta Fiorella Nicolini. “La mia famiglia è però originaria di un paese all’interno del Parco dei Sibillini, per cui sono andata in montagna fin da piccola e l’ho sempre amata. Sono socia CAI da trent’anni, mi sono avvicinata la prima volta perché volevo fare un corso di roccia”.

Per vedere le foto della giornata http://www.flickr.com/photos/loscarponecai150/sets/72157636044108064/

Lorenzo Arduini

Segnala questo articolo su:


Torna indietro