Cai Luino, cammini lenti, escursioni culturali e fuochi d’artificio

Un agosto ricco per i soci della sezione nel varesotto, dal “Giro del sole” al viaggio nel tempo sul Ponte Tresa

31 luglio 2019 - Un agosto ricchissimo per i soci del Cai Luino. Nell’anno del “turismo lento” la sezione di Luino organizza quattro “passeggiate a passo lento”, previste per tutti i martedì di agosto. Si tratta di  quattro percorsi facili, adatti a tutti, anche a chi ha poco allenamento. Il 6 agosto è prevista una breve escursione lungo il “Giro del sole” nel comune di Agra. Sarà possibile ammirare Luino e il Lago Maggiore dai più bei punti panoramici che si affacciano sul lago immersi nella luce del tramonto. Un’ora e un quarto di escursione. Ritrovo alle 17.45 al parcheggio del Tribunale di Voldomino inferiore. E partenza con mezzi propri per Poppino.

Il martedì successivo sempre da Poppino e in particolare dal parcheggio del Tribunale di Voldomino inferiore, ma ad ora di pranzo all’una meno un quarto. L’itinerario “Due Cossani località 5 vie – Roccolo” durerà due ore e un quarto. Alla fattoria Roccolo prevista anche una degustazione di prodotti tipici.

Il 20 agosto invece sarà la volta del sentiero Passo Forcora - Nove fontane. Tempo due ore. Ci si incontra allo stesso orario e nello stesso luogo dell’escursione precedente. Il cammino sarà immerso nel verde di un bel bosco di faggi.

Il 27 agosto tutto si conclude con l’escursione alla Cascata della Froda. L’appuntamento ancora una volta nello stesso posto e allo stesso orario degli ultimi due. Una passeggiata pomeridiana per gustare una delle più belle cascate della provincia di Varese.

Sabato prossimo invece sarà riproposto sempre dalla sezione di Luino la semplice escursione culturale a Ponte Tresa accompagnati dal Prof Enrico Fuselli. Un viaggo nel tempo che fu, in un mondo che non esiste più ad eccezione della linea Ponte Tresa-Lugano, parlando delle ferrovie e tramvie che collegavano Ponte Tresa a Lugano, Luino, Varese e, grazie al lago, con Porlezza e Menaggio. Negli anni a cavallo tra Ottocento e Novecento Ponte Tresa fu effettivamente inserita in una fitta rete di strade ferrate che la univano con altri centri turistici di chiara fama; non venne, purtroppo, costruita un’altra linea che avrebbe collegato Ponte Tresa con Porto Ceresio, da cui sarebbe stato possibile raggiungere, via ferrovia, Varese. Questo fervore di iniziative ferroviarie si inserì in un contesto economico-sociale caratterizzato dalla crescita del turismo. Si parte alle ore 8.50, ritrovo al parcheggio della piscina comunale di Luino in via Lugano
e partenza con mezzi propri per Ponte-Tresa. L’escursione durerà due ore e trenta.

Domenica prossima si svolgerà nell’anfiteatro dell'alpeggio in località Alpone di Curiglia a quota 1200m la tradizionale "Festa della Montagna" organizzata dagli "Amici dell'Alpone" con la collaborazione del CAI Luino. Una festa a base di polenta, prodotti tipici e panorami bellissimi. L'alpeggio si può raggiungere seguendo da Luino la strada per Curiglia fino alle località di Pradecolo o Curiglia. Poi si prosegue a piedi per circa un’ora e un quarto.

A Ferragosto invece prevista una visita culturale mattutina ai porti doganali di Maccagno. Il CAI Luino, con il patrocinio del Comune di Maccagno, dà appuntamento alle 8.50 al parcheggio della Pro Loco. Ancora una volta ad accompagnare lungo il percorso sarà il prof. Enrico Fuselli. Per due ore e trenta i soci cammineranno sulle tracce di un lontano passato tramontato 160 anni fa. Il Lago Maggiore diviso tra tre stati divenne sede di una dogana. A Maccagno fu insediata una “ricettoria” di confine (una dogana), nella quale erano possibili alcune operazioni doganali. Nei due porti di Maccagno Inferiore e Superiore esistevano due zone distinte, separate da un cippo recante le scritte “Ripa doganale” e “Ripa comunale”, che delimitava la parte in cui avvenivano le attività di carattere doganale da quella libera; oggi il cippo è visibile solamente nel porticciolo di Maccagno Superiore.

Domani, invece, in occasione dello spettacolo pirotecnico che è in programma alle ore 22.30, sul lago di Lugano, la sezione luinese del CAI propone una escursione sul Monte Lema per ammirare dall’alto i fuochi d’artificio. Il ritrovo è alle ore 18.30 presso il parcheggio situato all’ingresso delle piscine comunali di Luino, in via Lugano. Da qui il gruppo raggiungerà con mezzi propri il rifugio Campiglio in località Pradecolo, nel comune di Dumenza. Alle ore 19.15 cena facoltativa di 12 euro a base di pizzoccheri e con una fetta di torta per tutti. Armati di torcia, che i partecipanti dovranno premurarsi di portare, alle 20.45 si sale al Monte Lema, un’ora circa di camminata, per prendere posto con un po’ di anticipo nel punto in cui si gusterà lo spettacolo pirotecnico. Il rientro a Luino avverrà nella tarda serata. L’inizio di un agosto che per i soci del Cai Luino sarà indimenticabile.

Valerio Castrignano

Segnala questo articolo su:


Torna indietro