Cai Chivasso e ASLTO4 insieme per le iniziative di Montagnaterapia

Si è tenuta venerdì 16 ottobre al parco del Bricel lungo il Po la giornata conclusiva delle attività di montagna - terapia organizzata dalla Sezione CAI di Chivasso e CSM dell'ASLTO4

19 ottobre 2020 - Si è tenuta venerdì 16 ottobre al parco del Bricel lungo il Po la giornata conclusiva delle attività di montagna - terapia organizzata dalla Sezione CAI di Chivasso e CSM dell'ASLTO4. Quest'anno si tratta di un'iniziativa ridimensionata per rispettare le regole del distanziamento, causa emergenza Covid. Nonostante tutto, ci sono comunque state due giornate all'aperto: una nel vicino Bosco del Vaj a luglio, con la partecipazione anche di pazienti di Chieri e l'altra a settembre nell'entroterra di Finale Ligure, accompagnati da una guida naturalistica.

La responsabile del Cai Monica Sappa e Giovanni Piretto dell'ASL erano comunque soddisfatti per non aver interrotto questa importante iniziativa che da alcuni anni vede la collaborazione tra le due realtà chivassesi.

Sappa ha evidenziato l'importanza di questa sinergia "Ringrazio  Paola, Simona e Giovanni dell'ASL che si prendono cura dei pazienti e con mille difficoltà (anche burocratiche e di struttura) riescono a portare avanti queste iniziative.  Sono stata costantemente in contatto con altri gruppi di montagna terapia piemontesi, nonché con la referente nazionale, e purtroppo le difficoltà ci sono state per tutti quanti ed anche gli altri non hanno potuto fare granché. Questo non consola, ma almeno ci accomuna nei problemi da risolvere (soprattutto trasporto)".

Il ringraziamento a nome del Presidente della Sezione Mauro Basso è esteso in particolare agli accompagnatori delle uscite, a Ida Argenta ed Antonella Cena per il supporto logistico e a tutti quelli sensibili ed impegnati sul tema che incoraggiano a proseguire nell'attività. Con la speranza che il prossimo anno l'iniziativa possa riprendere il suo corso regolare con incontri in presenza e più uscite in ambiente molto apprezzate ed utili per i partecipanti. Inoltre come ha sottolineato Giovanni Piretto: " Abbiamo anche partecipato ad una iniziativa promossa dell'associazione Monviso Solidale che raggruppa diversi gruppi piemontesi di montagnaterapia.  Si è trattato di individuare un percorso, ognuno sul proprio territorio, idoneo per escursioni di montagnaterapia (dislivello contenuto, fondo dei sentieri accessibili con la jolette). Noi abbiamo proposto il "Sentiero Berruti" da poter usufruire con tre lunghezze ed impegni fisici diversi (Chivasso - Bosco del Vaj; San Genesio-Bosco del Vaj; Castagneto- Bosco del Vaj)".

Segnala questo articolo su:


Torna indietro