Biodiversamente, il 27 e 28 festival dell’ecoscienza

La nuova piattaforma del WWF è interamente dedicata alle Alpi

Urge rilanciare l’attenzione verso gli ecosistemi!

Le mille forme dell’acqua delle Alpi sono a rischio, oltre il 90% dei fiumi alpini è irrimediabilmente degradato per mano dell’uomo e la fusione dei ghiacciai dovuta al cambiamento climatico ha raggiunto ritmi e livelli drammatici. Lo rivela il nuovo dossier WWF “Alpi: tetto d’Europa al sicuro”, il cui primo capitolo, dedicato alla risorsa acqua, è stato  lanciato in vista della terza edizione di “Biodiversamente: il Festival dell’Ecoscienza”, week-end tra scienza e natura organizzato dal WWF in collaborazione con l’Associazione Nazionale Musei Scientifici (ANMS) e quest’anno dedicato alle Alpi “riserva d’acqua dell’Europa”, che il 27-28 ottobre aprirà gratuitamente oltre 100 musei scientifici, science center, orti botanici, acquari, parchi naturali e Oasi WWF con centinaia di iniziative speciali in tutta Italia. Quest’anno Biodiversamente ha ottenuto l’Alto Patronato della Presidenza della Repubblica e il patrocinio del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare. Inoltre il CAI, Mountain Wilderness, Trekking Urbano e CIPRA partecipano a Biodiversamente promuovendo l’iniziativa sui propri canali e organizzando attività sul territorio. Iniziative sono previste nelle due giornate al Museo nazionale della montagna, a Torino.

BORSE DI STUDIO. Nel biennio 2013-2014 l’Italia avrà la presidenza della Convenzione delle Alpi, trattato internazionale che dal 1991 unisce tutti i Paesi alpini per salvaguardare questo prezioso ecosistema. La campagna del WWF vuole dare il proprio aiuto perché questa importante occasione consenta di rilanciare nel nostro Paese l’attenzione verso la protezione degli ecosistemi alpini. E’ quindi dedicato alla biodiversità alpina anche il nuovo bando per una borsa di studio, promosso dal WWF per sostenere la ricerca scientifica “made in Italy”, fondamentale per le strategie di tutela ma minata da una cronica mancanza di fondi (candidature aperte fino al 10 novembre), mentre alle buone pratiche di conservazione già realizzate verrà assegnato il Panda d’Oro 2012. La nuova piattaforma WWF interamente dedicata alle Alpi www.wwf.it/alpi è in rete.

DELICATI ECOSISTEMI. “Le Alpi sono uno dei luoghi più selvaggi d’Europa, un ambiente straordinario in cui ricchezza naturale e tradizioni umane sono legati da sentieri millenari, e un vero e proprio serbatoio d’acqua a beneficio dell’Europa intera che fornisce risorse e servizi fondamentali, come la protezione dal rischio idrogeologico, la regolazione del clima, lo stoccaggio di acqua e carbonio, oltre a un patrimonio culturale fatto di tradizioni, turismo e incredibile bellezza”, ha detto Adriano Paolella, direttore generale del WWF Italia. “In questi ecosistemi delicatissimi gli impatti del cambiamento climatico e delle attività umane si fanno sentire a intensità e velocità tali da rendere le Alpi un ‘sistema d’allarme’ in grado di segnalare l’insostenibilità dell’attuale sviluppo europeo. Per i prossimi due anni sarà l’Italia a tenere la presidenza della Convenzione delle Alpi e questa, per la tutela della ricchezza naturale e delle tradizioni culturali, è un’occasione che non dobbiamo perdere.”

IL DOSSIER ALPI E’ SCARICABILE QUI: www.wwf.it/biodiversamente

 

Segnala questo articolo su:


Torna indietro