Benedizione e cena in compagnia nella rinnovata sede del CAI Barzanò

Molti soci si sono riuniti per la benedizione della sede celebrata da Monsignor Giovanni Crippa, vescovo molto apprezzato dalla comunità locale per lo stretto rapporto instaurato; ha seguito una ricca cena con specialità tipiche nostrane

La cena sociale

Una bella serata, quella di sabato 27 settembre, per la Sezione Cai di Barzanò. Il gruppo si infatti riunito in occasione della benedizione della sede di Villanova, recentemente rinnovata. Su una delle pareti infatti è stato riprodotto, dal sirtorese Silvano Ghezzi, carrozziere di professione ed artista per passione, lo stemma bianco e azzurro del Club Alpino Italiano, sorretto dalla tradizionale aquila ad ali spiegate.

La benedizione è stata impartita da Monsignor Giovanni Crippa, alla presenza del sindaco di Barzanò Giancarlo Aldeghi ed, ovviamente, del presidente della Sezione Corrado Cazzaniga. Una cerimonia breve ma molto sentita dal gruppo, che saluta così l'inizio della prossima stagione di attività.
Molto apprezzata dai soci la presenza di Monsignor Crippa. Il religioso, originario di Barzanò, ha scelto di compiere il suo cammino spirituale come missionario della Consolata e recentemente, lo scorso luglio, è stato nominato da Papa Francesco vescovo di Estancia in Brasile, città in cui è stato chiamato ad operare da ormai diversi anni, dal 2000 per la precisone. Trovandosi in Italia per un breve periodo, Monsignor Crippa non è certo voluto mancare all'invito della Sezione Cai, conservando uno stretto rapporto con il paese e la comunità in cui è cresciuto.

Il presidente Cazzaniga, succeduto lo scorso anno allo storico Sergio Longoni, alla guida della Sezione per oltre trentanni, si è detto soddisfatto per il nuovo aspetto della sede ed ha voluto ringraziare, oltre a tutti i presenti, l'artista Silvano Ghezzi.

Dopo la benedizione, per i numerosi presenti spazio ad una ricca cena con i prodotti tipici della tradizione nostrana: lasagne con carni profumate, maialino cinghialato al forno, assaggio di formaggi e dolce, il tutto accompagnato da acqua, vino, grappino e caffè. Ora per il Cai di Barzanò inizia un nuovo anno ricco di corsi, escursioni e tante altre attività.

Fonte: casateonline.it

Segnala questo articolo su:


Torna indietro