Bassano, rassegna di film di montagna per il 150° CAI

La Sezione bassanese ha organizzato 4 appuntamenti presso il Centro Giovanile di Bassano del Grappa, sempre alle 21

Locandina de "La grande conquista"

Per il 150° CAI la sezione bassanese ha deciso di programmare la seconda rassegna cinematografica, composta da quattro serate, dedicandola ai “150 anni di alpinismo italiano”.

Si inizierà giovedì 14 febbraio con due cortometraggi, “Quei giorni sul Bianco” di Marinoni e “Gioventù sul Brenta” di Casara. Il primo, partendo dal registro degli ospiti dell´Hotel Royal-Bertolini di Courmayeur, rievoca le imprese delle guide Chabot e Grange sul versante valdostano del Monte Bianco, mentre il secondo narra delle contrapposizioni tra due gruppi di alpinisti nella salita al Campanil Basso del Gruppo del Brenta.

Giovedì 21 febbraio è programmato il lungometraggio “Il figliol prodigo” di Trenker, del 1934, nel quale il protagonista lascia le Dolomiti per cercare fortuna a New York durante la “Grande Depressione”.

Per giovedì 28 febbraio è previsto il film “La montagna” di Dmytryk, del 1956, con Spencer Tracy, il famoso film sull´aereo indiano precipitato sul Monte Bianco. Un racconto sui soccorsi conclusisi tragicamente.

L'ultima serata, giovedì 7 marzo, sarà dedicata all´alpinismo al femminile con i cortometraggi “Con le spalle nel vuoto” di Bonaiti e “La via eterna” di Gregorio. Il primo è il racconto sulla vita dell´alpinista Mary Varale; nel secondo, la famosa alpinista Nives Meroi accompagna una scrittore nel percorso alpinistico la “Cengia degli Dei” nel gruppo dello Jof Fuart nelle Alpi Giulie: un percorso “magico”, una via senza tempo con il ricordo di Kugy che lo aveva individuato.

Tutte le proiezioni si effettueranno nella sala Martinovich del Centro Giovanile di Bassano del Grappa dalle 21, con ingresso libero.

Fonte: Il giornale di Vicenza

Segnala questo articolo su:


Torna indietro