Arriva BookCity al CAI Milano

Quattro presentazioni venerdì 16 e sabato 17 novembre: primo giorno dedicato all’editoria CAI con la presentazione di “Non sono un’alpinista” di Bianca Di Beaco e “Il pastore di stambecchi” di Louis Orellier e Irene Borgna.

Bianca Di Beaco

14 novembre 2018 - Torna BookCity Milano, la festa metropolitana diffusa e partecipata del libro, della lettura, degli autori, dei lettori e dell’editoria: oltre 1300 eventi, quattro giorni, per tutta la città, dal 15 al 18 novembre 2018.

Il CAI meneghino quest’anno è, per la prima volta, pienamente coinvolto: oltre agli appuntamenti in programma nella sede della Sezione SEM (di cui abbiamo già dato notizia), anche il CAI Milano ospiterà quattro presentazioni di libri (nella sede di via Duccio di Bonsinsegna 21), venerdì 16 e sabato 17 novembre.

Venerdì 16 (Sala Ortles) sarà dedicato interamente all’editoria del CAI: si inizia alle 18 con il libro “Non sono un’alpinista”, dedicato a Bianca Di Beaco (collana “Personaggi”). Un viaggio alla scoperta della personalità della grande scalatrice, dell’alpinismo femminile e del panorama triestino tra gli anni ’50 e ’70. Bianca Di Beaco è stata la prima donna a superare il VI grado da capocordata in Dolomiti e una delle alpiniste più forti della sua generazione. "Io non sono un'alpinista, ma una vagabonda che cerca tregua e spazi di bellezza", amava dire. Nel libro, curato da Gianbattista Magistris, emerge la costante ricerca di un approfondimento nel rapporto con se stessa e con la società percorrendo le montagne, da quelle di casa a quelle del mondo. Intervengono Anna Girardi e Alfredo Costa.

Alle 21 sarà la volta de “Il pastore di stambecchi” (collana “Passi”, edita in collaborazione con Ponte alle Grazie) di Louis Orellier e Irene Borgna. Paolo Cognetti l'ha definito il più bel libro di montagna dell'anno: un viaggio straordinario alla scoperta dell'animo di un uomo, Louis Orellier, condotti per mano da Irene Borgna. Quello di Oreiller è un mondo ormai perduto, travolto da una modernità senza pazienza, da un fiume di gente che torna ma non resta. Eppure, nei suoi occhi, nelle sue mani nodose e forti, tutto ha ancora memoria e lui ha memoria di tutto. Le sue parole, consegnate a chi, come Irene Borgna, le sa ascoltare, conducono lontano, fuori traccia, tra valichi nascosti.

Sabato 17 novembre (presso la Biblioteca della Montagna “Luigi Gabba” sezionale) alle 18 sarà il turno di “Avventura, passione, ricerca: Le spedizioni del CAI Milano”, con Marco Polo, Rolando CanutI, Agostino Parravicini, Massimo Minotti, Angelo Villa, Tino Albani e Alberto Bianchi.

Ultimo appuntamento alle 21 con il libro “Si combatteva qui! Nei luoghi della grande guerra”. Intervengono Alessio Franconi, Fabio Giuggioli Busacca e Alfredo Costa.

Red

Segnala questo articolo su:


Torna indietro