Apuane, riaperta la ferrata del Procinto

I volontari del CAI Firenze hanno collaborato all'installazione un nuovo cavo in acciaio inox, posato alcuni nuovi gradini, sistemato il sentiero che dalla fine della ferrata conduce in vetta e posato un corrimano alla partenza.

Il nuovo cavo in acciaio inox

11 giugno 2018 - A seguito della conclusione dei lavori di manutenzione straordinaria, dal 9 giugno scorso la ferrata del Procinto nel Parco delle Alpi Apuane è nuovamente utilizzabile. La parte operativa dei lavori, eseguita da una ditta specializzata con il supporto dei volontari del CAI Firenze, è iniziata il 10 maggio ed è terminata il 9 giugno 2018.

Da punto di vista delle opere è stato installato un nuovo cavo in acciaio inox con i relativi nuovi supporti di fissaggio alla parete al posto delle vecchie catene. Sono stati posati alcuni nuovi gradini nei punti dove la disgregazione della roccia non permetteva più il normale passaggio. É stato sistemato il sentiero che dalla fine della ferrata conduce alla cima ed è stato posato un corrimano nel tratto disagevole per arrivare alla partenza. Tutta la vecchia attrezzatura, catene, cavi e fittoni, è stata rimossa.

"Siamo convinti che la nuova attrezzatura possa soddisfare la frequentazione con una maggiore sicurezza rispetto a prima. Si ricorda che per percorrere la ferrata oltre alla indispensabile preparazione, è necessario l’uso dell’imbragatura, kit dissipatore e casco. A tal scopo sono stati installati i cartelli monitori agli estremi del percorso", afferma il Presidente del CAI Firenze Giuseppe Ciabatti.

Il rinnovamento è stato eseguito in occasione dei 150 anni della Sezione di Firenze, con il contributo del Parco delle Alpi Apuane e del Gruppo regionale toscano CAI.

Red

Segnala questo articolo su:


Torna indietro