Angelo Santin, Massimo Arcaro e Sergio Ziggiotto vincono il concorso fotografico “Binario vivo”

Il concorso è stato organizzato dalla CITAM PV del CAI e altre associazioni per difendere la ferrovia Aosta – Pré-St-Didier. Le foto hanno per oggetto la linea stessa, i paesaggi e i beni culturali lungo di essa.

"Fantomes" - ph: Angelo Santin

Le foto intitolate “Fantomes” di Angelo Santin (sezione ferrovia), “Verso il tramonto” di Massimo Arcaro (sezione paesaggio) e “Un castello nel cuore” di Sergio Ziggiotto hanno vinto il concorso fotografico “Binario vivo”, organizzato da diverse associazioni ambientaliste piemontesi e valdostane (tra cui la commissione interregionale TAM PV del CAI) impegnate nella difesa della ferrovia Aosta - Pré-St-Didier.

Il concorso aveva lo scopo di tenere aperto il dibattito sull'attualità e necessità di un potenziamento del trasporto su rotaia in una prospettiva di rilancio turistico e di servizio ad una mobilità locale non inquinante.
Potevano partecipare tutte le fotografie scattate lungo la linea ferroviaria Aosta-Pré-St-Didier aventi per oggetto la linea stessa, i paesaggi visibili lungo il percorso e i beni culturali o di rilevanza turistica raggiungibili con la ferrovia.

“Fantomes” è stata premiata “per la bella contestualizzazione e composizione dell'immagine, la difficoltà tecnica di realizzare un controluce e la suggestione di speranza che lasciano i raggi del sole diretti sulle rotaie”.

“Verso il tramonto” per “l'immagine minimalista con ottima costruzione compositiva: le rotaie appena accennate che curvano verso destra perdendosi nel nulla e le montagne con il tramonto verso sinistra”.

“Un castello nel cuore” per “l'immagine realizzata con l'ora blu che esalta allo stesso modo sia il soggetto, sia la silhouette delle montagne sullo sfondo”.

A questo link tutte le foto premiate (tre per ogni categoria) con le relative motivazioni.

Red

Segnala questo articolo su:


Torna indietro