Anello Voltignolo-Voltigno nel nel Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga

Una giornata di un socio CAI Chieti con gli sci da fondo tra neve da urlo nella Piana del Voltigno.

Una foto della bella giornata

19 febbraio 2019 - Considerando la giornata splendida, calda, senza vento e con tanto sole, la località più vicina con la neve e la pista battuta è La Piana del Voltigno. Si trova nel territorio di Villa Celiera e Carpineto della Nora, in provincia di Pescara, nel Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga. In questa conca montana di origine carsica, si può praticare lo sci da fondo, sia per chi preferisce la pista battuta, utilizzando la tecnica classica o la tecnica di pattinaggio, sia il fuori pista, con gli sci da fondo escursionismo. È consigliato anche l’uso delle ciaspole. Per spiegare la qualità della neve non trovo un sostantivo appropriato, quindi la definisco… “da grido”. Scivolosa, veloce, sicura, il tutto abbellito dal panorama, dal sole, dal silenzio.

L’anello Voltignolo – Voltigno, è una classica. Si parte dal Rifugio Bufara (1343 m) e si prende la traccia a sinistra che raggiunge il Voltignolo e la statua dell’alpino. Superato il laghetto con lo stazzo, si entra nel pianoro del voltigno, dove ci sono molti laghetti carsici, ora coperti dalla neve. L’unico visibile è il Lago Sfondo (1354 m), che segna il confine tra la provincia dell'Aquila e quella di Pescara. Una leggenda racconta che questo lago deve il suo nome a una credenza popolare. Il lago è senza fondo e trasporta le sue acque direttamente nel mare! Si arriva al Vado di Focina (1383 metri) e quindi al Rifugio Bufara (1343 m).

Distanza 13 km
Dislivello 350 metri
Tempo 3 ore senza soste
Difficoltà EAI (escursione in ambiente innevato)

Le foto sono scaricabili sul link.

Luciano Pellegrini

Segnala questo articolo su:


Torna indietro