Raduni Gruppi Seniores: rapporto da Novara di Sicilia (2° raduno CAI Sicilia)

Il primo raduno seniores del 2013 si è svolto lo scorso 5 maggio. Prossimo appuntamento per i senior il 29 maggio sul Monte Poieto in Lombardia

Lancio con lazzata del maiorchino

Ebbene sì, vi riferisco con grande soddisfazione che il 5 maggio 2013  si è svolto con successo il “2° Raduno dei Seniores di Sicilia”, organizzato dalla sezione CAI di Novara di Sicilia nel territorio compreso tra i Monti Peloritani ed i Nebrodi, sulla Rocca Salvatesta, con possibile alternativa sul Monte Ritagli di Lecca.

Il primo raduno dedicato ai seniores del 2013, favorito dal clima mite della primavera avanzata, ha registrato un'alta partecipazione nonostante la coincidenza della data con vari altri appuntamenti regionali e sezionali siciliani, programmati per la ricorrenza del 150° anniversario di fondazione del CAI. 

Visto l’incalzante calendario celebrativo del Sodalizio in Sicilia, si è reso necessario sperimentare una diversa formulazione organizzativa del Raduno Seniores coniugandolo con il progetto TAM 150X150° CAI per la Tutela dell’Ambiente Montano, anch’esso programmato dalla Sezione di Novara di Sicilia.
E’ stata una soluzione vincente in quanto si è vissuta un’atmosfera di festa per la promozione delle varie attività del CAI e dei diversi ambiti settoriali per praticarle, sia sotto l’aspetto specialistico, che culturale.

Secondo il programma individuato infatti i partecipanti hanno avuto la possibilità di aderire nella mattinata al trekking urbano culturale nel centro storico della cittadina per apprezzarne le eccellenze storico-architettoniche, accompagnati dalle guide della locale Associazione Proloco o, guidati da Accompagnatori titolati del CAI, ad una delle escursioni previste.

Una più impegnativa si è sviluppata intorno alla Rocca Salvatesta con ascesa alla vetta, che per la sua particolare forma viene intesa  “Cervino di Sicilia”, mentre l’altra, più soft, diretta al dirimpettaio Monte Ritagli di Lecca, dove i Seniores hanno potuto ammirare un panorama eccezionale dalle Isole Eolie al maestoso Etna, ed osservare come nell’antica estesa pineta la natura, violentata dal fuoco doloso,  stesse lentamente riprendendo i propri spazi, non mancando di riflettere sulla necessità e sull’importanza della vigilanza e della tutela dell’ambiente montano.

Dai Ritagli di Lecca, in avvistamento della Rocca Salvatesta, i due gruppi si sono scambiati saluti gestuali, concordando a distanza i tempi del rientro al centro della cittadina per il pranzo in piazza a base di maccheroni casarecci al ragù conditi con il tipico “maiorchino” (formaggio di eccellenza locale), vino e caffè a volontà e, nel pomeriggio, i gustosissimi dolci locali.

Dopo pranzo i partecipanti alla manifestazione hanno voluto provare i caratteristici lanci  con “lazzata” di una forma del peso di 10 Kg di maiorchino stagionato, fra gli incitamenti delle tifoserie dei soci presenti e sotto l’attenta guida degli esperti lanciatori del locale Circolo Olimpia, che annualmente nel periodo di Carnevale organizza il “Torneo del Maiorchino” di antichissima tradizione a Novara di Sicilia, unico centro dove ancora si effettua ininterrottamente sin dalle sue lontane origini medievali.

Infine, dopo il saluto da parte delle Autorità Comunali e dopo alcune riflessioni sul significato dei due eventi celebrati nella giornata per festeggiare il 150° anniversario del CAI, gli interessati hanno potuto lanciarsi nello shopping di prodotti tipici locali, dalle marmellate ai rosoli, dai lavori di traforo e intagli  alle ceramiche, dai dolci tipici e torroni al formaggio maiorchino e salsicce, ecc. ecc. presso i gazebi predisposti per l’occasione dal Comune di Novara Sicilia.

L’iniziativa lanciata come Festa di primavera con il CAI per il 150° anniversario della sua fondazione, aperta alle famiglie ed agli amici, promossa  on line, ha avuto  eco anche sulla stampa regionale (La Repubblica, edizione della Sicilia).

Ciò ha consentito di accogliere oltre i soci di diverse sezioni della Sicilia orientale nello specifico di Acireale, Belpasso, Bronte, Catania, Linguaglossa, Novara di Sicilia e Taormina, anche simpatizzanti dei territori limitrofi e non, auspicabilmente futuri soci CAI e Seniores, i quali hanno molto apprezzato e goduto con soddisfazione le diverse iniziative integrandosi simpaticamente con la famiglia “caina” a conferma e materializzazione del motto La Montagna unisce, nello spirito del quale era stato ideato il duplice evento celebrativo.

Liliana Chillè
Presidente Sezione Novara di Sicilia

Segnala questo articolo su:


Torna indietro