Alpinismo giovanile Società Alpina delle Giulie, all'insegna delle grotte la fine delle attività 2018 e l'inizio di quelle 2019

12 ragazzi (7 grandi e 5 piccoli) sono stati impegnati a fine 2018 in 6 uscite sul campo, con esercitazioni di rilievo ipogeo e discese in scala e in sola corda. A marzo 2019 iniziaranno gli Incontri di Speleologia, con nuove uscite in grotta.

Uno dei "piccoli" in azione

4 gennaio 2019 - Fine anno significa anche chiudere corsi per prepararsi a quelli che verranno.
Qualche tempo fa è arrivato al traguardo anche il corso di speleologia per ragazzi (8-17 anni) organizzato dal gruppo di Alpinismo Giovanile U. Pacifico in collaborazione con la Scuola Nazionale di Speleologia C. Finocchiaro della Commissione Grotte E. Boegan.

Oltre alle lezioni teoriche il corso ha impegnato gli allievi in 6 uscite “sul campo”. I 12 ragazzi sono stati divisi in due gruppi: 7 grandi e 5 piccoli che hanno affrontato cavità di difficoltà diverse.
I piccoli, ad esempio, hanno esplorato la grotta di Padriciano, la grotta Verde, la grotta dei cannelli, la grotta Savi.
Hanno fatto esercitazioni di rilievo ipogeo descrivendo le grotte visitate ed apprendendo i rudimenti della discesa in scala e in sola corda assistiti dagli accompagnatori dell’AG e dagli istruttori della Scuola Nazionale di Speleologia.

Le attività 2019 inizieranno in marzo con gli Incontri di Speleologia che proseguiranno fino alla fine del mese prevedendo, anche in questo caso, alcune uscite in grotta.
A maggio si terrà il Corso di Alpinismo Giovanile con chiusura e consegna diplomi il 6 giugno.
In estate è previsto un soggiorno in Valle d’Aosta, con salita alla testa del ghiacciaio Rutor e Val di La Thuille, con pernottamenti in rifugio.
Il Corso di Avviamento alla Speleologia, come nel 2018, partirà a ottobre e si concluderà con una grande festa il 14 novembre al Casello Modugno, in Val Rosandra.

Red

Segnala questo articolo su:


Torna indietro