A Vicenza una conferenza del Cai sulla normativa in vigore e i comportamenti da avere nelle escursioni

Mercoledì 4 febbraio 2015 a partire dalle ore 21:00 nella sala Enigm del Patronato Leone XIII

Escursionisti del CAI

“Appassionati o irresponsabili?” è il tema della serata della Sezione di Vicenza del Cai sull´argomento della responsabilità nell´accompagnamento in montagna, mercoledì 4 febbraio, con Giuseppe Lavedini, alle 21 nella sala Engim del Patronato Leone XIII di Vicenza, in contrà Pusterla. Ingresso libero.

È l´argomento del giorno: in caso di incidente in montagna o durante un´escursione sociale, chi è considerato il responsabile? In Italia non esistono normative specifiche per il settore, per cui i riferimenti vanno ricercati nel codici civile e in quello penale, ma soprattutto esiste scarsissima giurisprudenza di riferimento e quella che esiste è generalmente datata: lo spiega il dott. Lavedini, componente della Scuola Centrale di Escursionismo del CAI, che da anni studia la materia.

Per capire la portata dell´argomento, occorre partire dalla definizione di accompagnamento, che è l´attività di chiunque, per professione, per spirito associativo, per amicizia o per cortesia, si unisca ad una o più persone accettando in modo espresso o tacito di offrire loro collaborazione e protezione, per quanto rientra nelle sue capacità e conoscenze, al fine di consentire o favorire lo svolgimento dell´escursionismo o dell´alpinismo, a piedi o sugli sci. Ovviamente, il livello di responsabilità cambia radicalmente se l´accompagnatore lo fa per professione (una Guida) o lo fa a titolo volontario e gratuito (un capogita, che potrà essere in possesso di un titolo Cai o essere un non titolato).

L´accompagnamento presuppone un affidamento che, analogamente al significato comune, giuridicamente consiste nel far conto sull´attenzione, sulla capacità, sulla garanzia fornita da altri, rimettendosi all´altrui protezione, per cui nel caso di soggetti di pari capacità ed esperienza che decidono di fare un´uscita insieme non ci sarà un rapporto di accompagnamento. All´accompagnamento è collegata la responsabilità di chi accompagna: verranno presentati i vari tipi di responsabilità, in quale maniera tutelarsi e difendersi contro un´eventuale chiamata in colpa, i doveri dell'accompagnato.
Verranno analizzate anche situazioni particolari, come l´accompagnamento durante un corso o l´accompagnamento dei minori.

Fonte: Il Giornale di Vicenza

Segnala questo articolo su:


Torna indietro