Al Cai Reggio Emilia Giorgio Carlotti racconta la sua "acqua solida"

L'alpinista di Scandiano parlerà domani delle sue impegnative salite sul ghiaccio. Presenterà la serata il vicepresidente della sezione Gianpaolo Montermini, mentre l'istruttore Pierluigi Dallaglio commenterà le imprese dell'ospite

11 novembre 2019 - «Inachevée conception “Situazioni d’acqua solida”: 30 anni di arrampicata su ghiaccio»: è questo il titolo della serata organizzata nella Sala Pincelli del Cai Reggio Emilia, che avrà come protagonista il forte alpinista reggiano Giorgio Carlotti. L'ospite presenterà una serie di impegnative salite su ghiaccio, commentate da un altro alpinista reggiano, Pierluigi Dallaglio, istruttore di alpinismo presso la Scuola Bismantova del Cai ,  noto per aver aperto difficili vie invernali sull’Appennino.

Giorgio Carlotti è di Scandiano: la sua passione per la montagna nasce negli anni ’80 alla Pietra di Bismantova ma ben presto, insieme agli amici, inizia a esplorare le grandi vie dell’arco alpino e poi oltrepassa i confini nazionali. Ha sempre preferito il gesto tecnico, anche su itinerari “minori”, meno conosciuti, a quello spettacolare. Carlotti racconterà nel corso della serata le sue esperienze sulle cascate di ghiaccio. L’incontro, presentato da Gianpaolo Montermini, alpinista e istruttore nonché vicepresidente del Cai Reggio Emilia, è in programma domani alle 21 nella sede del Cai in via Caduti delle Reggiane 1H (zona Campovolo). Ingresso libero.

Cai Reggio Emilia

Segnala questo articolo su:


Torna indietro