Acqua del Gran Sasso d'Italia: incontro pubblico con il commissario oggi a Teramo

"Per la complessità della situazione sarà importante confrontarsi con il prof. Gisonni sullo stato dell’arte e sulle problematiche ambientali, economiche e sociali", afferma Di Donato.

La locandina dell'incontro di Teramo

14 febbraio 2020 - Nel cuore del Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga, nel profondo delle rocce del Gran Sasso d'Italia si celano il Laboratorio Fisica Nucleare e le due canne del tunnel autostradale lunghe ben 10 km. Tutto attorno a queste opere dell'uomo c'è tanta ottima e preziosa acqua potabile che disseta circa 700.000 persone delle Province di Teramo L'Aquila e Pescara.

L'acqua del Gran Sasso è stata incredibilmente captata senza nessuna impermeabilizzazione dalle possibili contaminazioni, sia dal Laboratorio, sia dalla sede autostradale. Gravi sono state superficialità e incompetenza nel realizzare queste opere nell'acquifero del Gran Sasso, con captazione e drenaggio non protetti. Tant'è che inquinamenti, gravi e ripetuti, ci sono stati, sia con sversamenti di sostanze dal Laboratorio, sia per lavori dell'autostrada.

In quel periodo di facili realizzazioni fortunatamente Club Alpino Italiano e altre associazioni ambientaliste riuscirono a impedire che si realizzasse addirittura un terzo tunnel autostradale che avrebbe ulteriormente compromesso una situazione già fortemente segnata.

La questione tutela dell'acquifero del Gran Sasso è annosa, ancora aperta e impegnativa nelle indispensabili soluzioni. Per la complessità della situazione sarà importante confrontarsi con il prof. Gisonni sullo stato dell’arte e sulle problematiche ambientali, economiche e sociali, collegate alla messa in sicurezza dell'acqua e alla gestione di questo bene insostituibile alla vita. L'incontro è in programma questo pomeriggio alle 18 a Teramo, presso l'Hotel Gran Sasso.  Tema rilevante in questa crescente situazione di crisi climatica nella quale l'acqua svolgerà un ruolo sempre più determinante.

Le associazioni presenti per la tutela del Gran Sasso d'Italia, tra le quali il Club Alpino Italiano, le troviamo riunite nell'Osservatorio indipendente per l'acqua del Gran Sasso, che informa, sensibilizza, manifesta, propone e che oggi interverrà all'appuntamento con il Commissario prof. Corrado Gisonni, per seguire le fasi della messa in sicurezza del sistema Gran Sasso.

Filippo Di Donato
Rappresentante Cai nel CD Federparchi

Segnala questo articolo su:


Torna indietro