A Roma la festa degli escursionisti del CAI per il 150esimo anniversario di fondazione

Sabato 28 settembre si concludono, con il raduno dei soci CAI nella città eterna, le escursioni programmate all’interno del progetto “Cammina CAI 150”, iniziativa celebrativa del 150° anniversario di fondazione del Club Alpino Italiano

Escursionisti in Alto Adige

Tre gruppi in cammino lungo tre itinerari storici - Via Francigena a Nord, Via Salaria ad Est e Via Micaelica a Sud – convergeranno a Roma per percorrere le strade della Capitale all’insegna della montagna e dei suoi valori, di cui il Club Alpino Italiano da 150 anni si è fatto ambasciatore.

È questa la conclusione, prevista nella giornata di sabato 28 settembre, del progetto escursionistico “Cammina CAI 150” organizzato dal Club alpino italiano per celebrare il 150° anniversario di fondazione. L'iniziativa ha preso il via lo scorso 20 aprile e, attraverso decine di escursioni non continuative, intende portare a Roma i soci CAI partiti dai quattro angoli del nostro paese.

Un vero e proprio raduno nazionale, durante il quale circa 400 soci della prima associazione nata dopo l’Unità d’Italia raggiungeranno verso le 13:30 Piazza San Pietro, per poi proseguire alla volta della Sede della Sezione CAI capitolina a Testaccio (via Luigi Galvani 10), con arrivo previsto per le 15:30.

A proposito del progetto “Cammina CAI 150”, il Presidente Generale del CAI Umberto Martini afferma: «Si tratta di un'importante manifestazione, caratterizzata dall'organizzazione a livello regionale delle attività escursionistiche. Il CAI si augura che questa iniziativa contribuisca a promuovere una frequentazione consapevole ed assidua di questi affascinanti itinerari, scelti per il loro valore storico e sociale».

Prosegue poi Martini: «Il camminare in montagna deve trovare un risalto sempre maggiore in una società in cui spesso lo svago sembra essere divenuto sinonimo dello stare fermi davanti ad un computer, quando sarebbe invece possibile stare insieme all'aria aperta e condividere i tanti aspetti piacevoli della natura che ci circonda».

Gli escursionisti provenienti dalla Via Francigena saranno in provincia di Roma (Campagnano Romano) già a partire dalla mattina di venerdì 27 settembre, giorno in cui raggiungeranno La Storta (località sulla via Cassia appena fuori dal raccordo anulare), con un’escursione di 26 km. Da lì, la mattina seguente arriveranno prima a San Pietro e poi a Testaccio percorrendo altri 25 km di camminata.

I soci CAI in arrivo dalla Via Salaria partiranno da Saxa Rubra la mattina presto del sabato per raggiungere i camminatori della Francigena a San Pietro e proseguire verso Testaccio, per 14 km di cammino totali, mentre gli escursionisti provenienti dalla Via Micaelica partiranno da S.Maria delle Mole e, percorrendo la via Appia Antica, giungeranno direttamente alla sede capitolina del Sodalizio.

Nel giardino della sede, la festa prevede gli interventi, dopo i saluti del Presidente della Sezione romana Roberto Niolu, del Presidente generale Umberto Martini e del responsabile del progetto “Cammina CAI 150” Carlo Bonisoli.
A seguire sono in programma il concerto del coro CAI Roma e il brindisi celebrativo.

Fabio D'Adamo


Si allegano i programmi delle tre escursioni

Segnala questo articolo su:


Torna indietro