Il mondo fantastico ossolano in 200 leggende

Paolo Crosa Lenz racconta questi suoi trent’anni di ricerche

Lo scrittore Paolo Crosa Lenz

Un catalogo del mondo fantastico ossolano, un’opera a lungo attesa dagli studiosi di folklore viene presentata a Domodossola giovedi 24 maggio alle ore 21 presso la Sala Falconi in piazza Rovereto. Il libro, fresco di stampa per Grossi Edizioni (www.grossiedizioni.it), s’intitola  "Leggende delle Alpi, il mondo fantastico della Val d'Ossola". Ne è autore Paolo Crosa Lenz, scrittore e alpinista, che da trent'anni studia e percorre i monti del Verbano Cusio Ossola da lui descritti in saggi e guide escursionistiche. Crosa Lenz è direttore de "Il Rosa", giornale di Macugnaga e della Valle Anzasca, redattore capo della rivista "Le Rive", accademico del GISM (Gruppo Italiano Scrittori di Montagna). Atto d’amore verso una terra di alte montagne, il libro presenta duecento leggende e fiabe popolari. Niente in questa raccolta è inventato. E’ la cultura tradizionale degli uomini delle Alpi che parla con la voce dei narratori. “Dal libro emerge la cultura ideale del contadino di montagna”, spiega Crosa Lenz iin un'intervista intervista allo Scarpone che è possibile leggere nell'area Focus. “Esprime una visione del mondo e un sistema di valori che si sono formati nei secoli attraverso un duro e costante confronto con un ambiente naturale ostile e povero di risorse. Sono valori che stabiliscono confini netti tra il bene e il male, prevedono regole inclusive per cui anche il ‘diverso’ ha una sua dignità, comprendono norme non scritte che hanno permesso a povere comunità contadine di sopravvivere e perpetuarsi nei secoli”. 

Segnala questo articolo su:


Torna indietro